MERCATI AZIONARI

La distribuzione dei flussi è in questo momento molto rialzista: rating +3 per entrambe le curve. Il quadro distributivo allargato conferma lo scenario rialzista.

Non ci sarà nessuna Brexit. Come già scritto venerdì, l'assassinio della deputata laburista Jo Cox ottiene l'obiettivo di creare un'ondata emotiva contro lo schieramento Leave, e come anticipato dalla nostra analisi di venerdì adesso i sondaggi sono tornati a favorire l'opzione Remain. Il referendum, che sembrava ormai avviato a sancire l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea, grazie a questa opzione si risolverà invece in una netta vittoria del Remain.

I mercati erano scesi nettamente scontando progressivamente l'incremento della probabilità dell'opzione Brexit, e dunque ora faranno il movimento contrario, e tenderanno a recuperare parte del terreno perduto prima del referendum, e a recuperarlo del tutto in caso di vittoria dell'opzione Remain.

Rating complessivo: +3.

Come era normale pensare il mercato è già salito molto dall'apertura: aspettiamo una correzione per cercare entrate long sugli strumenti di rischio normalmente lavorati. La correzione iniziata con la candela delle 9,30 potrebbe durare da 15 a 30 minuti, non di più. Entreremo alla formazione di una configurazione stocastica rialzista.

EURO-DOLLARO

Nessuna correlazione EUR-USD / mercati azionari. Il movimento di EUR-USD dovrebbe essere nelle prossime sedute al rialzo per due motivi: 1) perché con tassi che non salgono viene meno la percezione di una maggiore redditività degli investimenti denominati in dollari; 2) perché l'euro recupera tutto ciò che hanno perso sulle pressioni di una possibile Brexit. Cercare entrate long.