Piazza Affari ha vissuto un’altra settimana molto difficile, a tratti pure drammatica; Il dato sul Pil ancora in contrazione ci porta in recessione tecnica e a nulla sono valse le buone indicazioni arrivate dalle semestrali delle varie società quotate.
L’andamento anche delle altre Borse è stato cmq molto debole, tuttavia il via libera oggi dal Senato alle riforme costituzionali, sta facendo tornare qualche acquisto, ma si attendono conferme.
Il FtseMib, fallito miseramente il tentativo di recupero del trend rialzista sopra 20.700, sprofonda in area 19.000, raggiungendo con oggi un livello di ipervenduto elevatissimo.
Plausibile quindi da questi valori un rimbalzo tecnico a breve fino a 19.700, mentre solo sopra tale livello si potrà pensare a un segnale di inversione che ci possa riportare a 20.700 e a 21.250 nelle prossime settimane.
Operativamente si consiglia, in caso di tenuta dei minimi lunedì, di incrementare ove possibile gli acquisti, confidando in un rimbalzo e in una ripresa che potrebbe essere anche molto decisa e che consentirebbe di abbassare i prezzi a dei livelli certamente interessanti in ottica di medio periodo, e non solo per chi fa trading.
Riteniamo quindi inutile e dannoso vendere a questi valori; importante è che i titoli sui quali si è investiti abbiano i fondamentali “a posto” e tutto potrà essere tranquillamente recuperato anche nel giro di poche settimane.