Devo innanzitutto ringraziare i lettori che numerosi mi hanno contattato facendomi i complimenti per le ultime analisi considerate evidentemente azzeccate..fanno sempre piacere, anche se in Borsa guai ad esaltarsi, nessuno, si sa, ha la sfera magica…ci vuole solo tanta ricerca, metodo e disciplina.
Tornando al mercato, abbiamo trascorso una settimana davvero particolare; la crisi in Ucraina ha fatto sbandare il nostro FtseMib per un paio di sedute, ma al primo segnale di schiarita ha confermato tutte le proprie velleità rialziste, portandosi in tre sedute sul ns primo target di marzo attorno a 21.000 punti.

La correzione in area 20.000/19.700 è quindi servita a rafforzare il trend rialzista di fondo ed è ora possibile anche intravedere per fine mese i 21.650, anche se nelle prossime sedute sarebbe salutare un, anche minimo, ritracciamento.
Tecnicamente non ci dispiacerebbe rivedere l’indice scendere in area 20.600/20.200, mentre appare più difficile un ritorno sotto i 20.000 di FtseMib.
Inversione di breve a questo punto solo con una chiusura sotto i 19.700 punti, anche se si rimane sempre dell’idea che un nuovo test del supporto a 18.900 sia alquanto improbabile.
Riempiti i portafogli sulla discesa e liquidata una parte attorno ai 21.000, attendiamo ora la discesa per rientrare, oppure la successiva resistenza a 21.650 per scaricare ulteriormente le nostro posizioni rialziste.