I venti di correzione previsti settimana scorsa si sono effettivamente concretizzati sui mercati, tuttavia il nostro FtseMib riesce ancora ad aggrapparsi all’area 23.000, dopo due scivoloni poco sopra i 22.600 punti e con uno spread tornato sopra quota 100 punti base.

E’ il momento della verità; inversione di breve-medio periodo con obiettivi a 22.000 e 21.000, oppure ripresa con indice proiettato sulle resistenze a 23.600 e 24.650 di FtseMib.

Crisi epidemica ancora accesa a causa delle varianti, pericolo inflazione oltre oceano e un greggio che potrebbe essere vicino a un max di periodo, sono ragioni per dare maggiori possibilità a una visione ribassista, tuttavia si rileva la notevole liquidità sui mercato che, da settimane ormai, sta arginando ogni tentativo di discesa.

Operativamente si consiglia quindi di mantenere o anche incrementare le coperture di portafoglio con strumenti ribassisti in previsione di un probabile ritorno almeno sui 22.000 dell’indice.

Sconsigliati ancora acquisti dei titoli, se non in ottica di trading di due-tre giorni.