Netflix continua a meravigliare spettatori e investitori collezionando novità da offrire ai propri clienti e nuovi massimi senza sosta, aggiornando i guadagni da inizio 2018 al 110 per cento circa, mentre se consideriamo gli ultimi 3 anni l'incremento di valore sale del 300 per cento.

Mentre la società annuncia lo smart download per non lasciare soli gli utenti anche durante le vacanze, molti analisti cominciano a pesare gli ingenti investimenti fatti dalla società, che hanno contribuito non poco a aumentare l'indebitamento netto.

Infatti nel 2018 il rapporto di leva sarà pari al 3,25 , cioè la differenza tra i ricavi complessivi e ammontare di debito assoluto, giudicato comunque ancora sostenibile, senza che non manchino critiche rivolte al management sulle scelte fatte nella gestione degli investimenti.

Più in dettaglio con ricavi stimati per il 2018 oltre i 16 milardi di dollari, contro un indebitamento di quasi 6,8 miliardi  e un utile lordo di 3,3 miliardi, il numero degli abbonanti deve aumentare ancora molto per avere un cash flow adeguato alla quantità di interessi da pagare.

Dal punto di vista grafico l'andamento dei prezzi rispecchia l'eccezionale crescita dei ricavi, con il recente break out di 335 dollari, avvenuto il 25 maggio scorso e che sembra non abbia esaurito l'energia per attaccare i livelli 420.00 prima e 445.00 dollari in seguito.

Strategie operative

Constatata l'eccezionale crescita dei corsi come si evince chiaramente dal grafico allegato, conviene sfruttare la forte direzionalità del titolo, approfittando di tutti ritracciamenti (pullback) di prezzo che dovessero verificarsi lungo l'ultimi supporti disponibili, quali 380.00 e 335.00 dollari.