Una giornata simile a quella di ieri, con Indici Asia in calo, da HK, CINA, partenza EU debole, poi in rinnovata ripresa di ottimismo post dati Germania. Non ci sono novità di rilievo per quanto riguarda le POLITICHE MONETARIE / INTERVENTI, in quanto Powell-FED USA ha riconfermato gli stimoli e QE a restare per qualche tempo, e a prevedere una ripresa della crescita. Ad essa seguono HK, NZ, AUD, UNGH, a sottolineare la necessità degli stimoli e aiuti all’economia, tassi stabili. In AUD commenti contro forza del cambio, che riduce la loro competitività. In UK-BoE, aumenta la previsione di un rialzo dei tassi. Dalla CINA apertura verso il dialogo sul commercio con gli USA. la focalizzazione quindi, dopo i DATI GER di un gdp 4trimestre migliore, e per il 2020 meno peggio, e un deficit statale inferiore alle previsioni, e ZEW sentiment industriali CH in balzo, resta ancorato sul POST-COVID. Primo rialzo da 5mesi per la fiducia consumatori in BRAS, e una accelerazione della ripresa crescita in INDIA. Questo ha dato rinnovata voglia di RENDIMENTO, spinta / sostegno a COMMODITY, METALLI, PETROLIO (nonostante il rialzo oltre attese delle riserve Usa).

A dare VOLATILITA’ sui singoli TITOLI ci pensano le pubblicazioni degli UTILI societari, le scadenze OPZIONI, e le ampie POSIZIONI speculative di mercato. Nel contesto generale lo SCENARIO GLOBALE resta invariato. Per il momento una fase correttiva sui primi supporti, e una ripresa in atto a compensare in parte le perdite subite. Movimenti marcati che si riflettono maggiormente su EMERGENTI, e forieri di ampie ROTAZIONI nei settori. E da notare, che dopo un lungo periodi di propensione al rischio, ricerca rendimento, il “classico valore rifugio”, cioè il CHF, si è adeguato, perdendo velocemente terreno. E l’ORO è uno dei pochi che non ha effettuato un record, contrariamente alle aspettative/commenti globali, che ora con il rialzo rendimenti, sono costretti a scaricare. E il dibattito su INFLAZIONE / DEFLAZIONE prosegue, con spinta al rialzo YIELDS intatta. OGGI calo marcato INDICI con Cina, HK, poi ripresa tono da EU. peso su tecno, meglio auto, banche, e telecom con aste 5G in focus. Aiutano i commenti di Powell FED di proseguire con politica monetaria super ampia e acquisti assets QE, oltre ai DATI Germania, esordio Biden e Draghi. YIELDS sostenuti, con rialzi ulteriori, SPREAD in leggero rialzo. COMMODITY, METALLI sotto tono, PETROLIO resta sostenuto nonostante aumento  riserve Usa. in calo ORO, su scia liquidazioni, a conferma fase correttiva prevista e attesa. sulle VALUTE un DOLLARO sotto tono, sui supporti forti e oversold. Cede CHF, YEN, meglio GBP, ANGLO, e in particolare URSS, EST-Eu, YUAN, INDIA, con ASIA sostenute, NORDICHE sostenute, LATAM meglio, perde ARG, maggiore calo per TURK. E un EURO sostenuto da debole dollaro. CRIPTO India molto preoccupata, sostegno ulteriore da ArkCathieWood, +8/18pc, e MicroStrat investe ulteriore 1bln. Dai CHARTS segnali di target e ampio eccesso per CHF/cross, GBP/cross. Tetto per EURO/DOLL, e base per DOLLARO positiva. VOLATILITA’ recede.