Prosegue la fase di stallo sotto i 22.000 punti di FtseMib; la discesa dello spread nella più tranquilla area 250 si è contrapposta a una leggera correzione degli indici americani, rimanendo quindi in un’area poco operativa, anche per il solo trading.

Ribadiamo che tecnicamente il nostro indice può correggere sui supporti presenti a 21.500 e 21.000 senza intaccare il trend rialzista di fondo; immutato anche il target di breve a 22.800, possibile per questo mese di maggio in caso di permanenza sopra quota 21.500.

Il trend rialzista in atto si pone sempre un obiettivo finale sui 24.000 punti, ipotizzabile peraltro solo con uno spread sotto 200; scenario che potrà eventualmente vedere la luce dopo le elezioni europee del 26 maggio.

Segnale di inversione solo con una chiusura sotto i  20.900 di FtseMib, che si conferma sempre più il supporto di breve-medio periodo del nostro listino.

Operativamente ribadiamo il consiglio di mantenere le posizioni rialziste di medio (attorno al 60% di investito) con gli obiettivi sopra indicati, mentre per nuovi acquisti si potrà intervenire in area 21.500 e 21.000 di FtseMib, in ottica soprattutto di trading settimanale.