La correzione in atto su tutte le piazze finanziarie ha lasciato il segno anche a Piazza Affari, con il nostro FtseMib che si è riportato in area 16.000, con sedute accompagnate da una forte volatilità intraday.
Il trend ribassista di breve non ha comunque intaccato il trend di fondo moderatamente rialzista, ma anzi, potrebbe pure averlo rafforzato, per una ripresa più sana durante questi mesi estivi.
Operativamente, seguendo le indicazioni fornite settima scorsa, abbiamo avuto la possibilità di sfruttare questo bel ribasso per ricostruire il portafoglio azionario di breve-medio periodo; confermati gli obiettivi in area 17.000 e a 17.650 per il mese di luglio o massimo agosto, previa rottura dei 16.250 punti che fornirebbe un chiaro segnale di ripresa per tutto il nostro listino.
Non si può ancora escludere la formazione di una nuova gamba ribassista, tuttavia dovrebbe al max interessare i 15.400 punti, nulla di grave con i nostri ultimi acquisti.
L’attuale situazione economica del nostro paese non invita certo all’entusiasmo, tuttavia con i tassi così bassi l’investimento azionario rimane forse l’unica valida alternativa, anche perché facilmente smobilizzabile..l’importante è entrare solo ed esclusivamente durante le fasi correttive di una certa entità.