La decisa correzione di settimana scorsa ha creato come previsto l’ennesima opportunità di entrata in un mercato chiaramente rialzista nel medio periodo. Il FtseMib ha retto tranquillamente i 20650, segnando un minimo intraday lunedi a 20.800 ed è adesso proiettato verso le resistenze a 21.900 e 22.200 a cavallo tra aprile e maggio.
Da monitorare sempre con attenzione la situazione “Ucraina”, tuttavia la politica monetaria sempre più accomodante della Bce non dovrebbe consentire inversioni di tendenza a breve, con il nostro indice che dovrebbe mantenersi saldamente sopra i 20.000 punti.
Operativamente, considerati effettuati gli acquisti sulla discesa, ci manteniamo investiti per circa il 75%; il consiglio è quello di scaricare tranche del 25% ai livelli 21.900, 22.200 e in area 22.700, in caso di un’altra spinta speculativa durante il mese di maggio.
In caso invece di correzione attorno a 20.650, non ci faremo scappare l’ultima porzione di acquisti, privilegiando sempre i titoli dalla miglior forza relativa.