Ancora una settimana non facile, ma comunque di consolidamento, per Piazza Affari.. la perfetta tenuta del supporto indicato (post-dividendi) a 19.900/20.000 è una magra consolazione, visto che gli altri indici viaggiano sui massimi di periodo e massimi storici.
Certamente pesa la nostra difficoltà di ripresa economica e il timore di un risultato elettorale anti-europeista, tuttavia la discesa delle ultime settimane dovrebbe aver già scontato questi fattori e il sempre più probabile arrivo di un quantitative easing targato Bce, potrebbe catalogare questa discesa come una grande occasione d’acquisto per il breve e soprattutto per il medio periodo, visto che le alternative di investimento risultano alquanto scarse.
Tecnicamente il FtseMib sarebbe ora in grado di riportarsi sui 21.000, tuttavia, visto che parte del portafoglio è stata acquistata a prezzi anche più elevati, ci poniamo dei targets sulle successive resistenze…21.300 e in area 22.000, raggiungibile tra giugno e luglio.
Segnali ribassisti su rottura in chiusura di seduta dei 19.900 punti, ma finchè si starà sopra quota 19.500 (triplo max costruito tra ottobre e novembre e che ora farebbe da supporto) cercheremo di tenere le posizioni rialziste.