Prysmian nella giornata di ieri registra il poco invidiabile record di titolo peggiore del Ftse Mib, con una performance negativa di oltre 4 punti percentuali.

Oggi la dinamica ribassista prosegue imperterrita sotto i 16 euro, nonostante la tenuta del indice che recupera i 19.300 punti.

Recentemente Equita Sim ha ricordato come il mercato dei cavi in generale e più in particolare per quelli sottomarini continua a mostrare un buon recupero della domanda per tutto il 2018, confermando un target price ambizioso oltre i 22 euro.

L'analisi delle configurazioni candlestick purtroppo non lascia spazio ad ulteriori miglioramenti rivelando una fitta serie di black candle sul grafico settimanale.

Il significato di questa disposizione grafica è dato dal fatto che la rottura del supporto di 20 euro, ha innescato ulteriori vendite la cui intensità non accenna a fermarsi, rischiando di centrare l'obiettivo di quota 15 euro prima e 13.90 in seguito.

Anche l'analisi del indicatore di trend cci sul grafico giornaliero conferma la negatività attuale, assumendo un tratto decrescente e valori negativi, prospettando quindi un prolungamento della discesa verso quota 15 euro.

Lo scenario alternativo è rappresentato dal raggiungimento veloce di quota 16.70 euro che, una volta consolidata, aprirebbe la strada al test della resistenza oltre 17.80, scenario al momento improbabile.

Strategie operative

Per le posizioni long: collocare un ordine condizionato al possibile test del supporto sotto quota 15 euro, acquistando lungo tutto il tratto di discesa fino a 13.80 euro, con stop loss a 12.50 e target oltre i 17 euro nel medio termine.