Analisi della distribuzione dei flussi

La DF è in questo momento rialzista: rating +2 per la curva USA, +1 per la curva euro. Tendenza al miglioramento. E' comunque la seduta post-meeting della BCE, e dunque è un giorno di possibile inefficienza della DF, sebbene con possibilità di inefficienza molto più basse rispetto a ieri. Anzi, per gli sviluppi attuali del mercato, salvo sorprese sempre possibili, le correlazioni all'origine e nella struttura del modello previsivo della DF, sembrano oggi posso lineari. Ciò non toglie che ogni analisi va sempre considerata con prudenza.

Resoconto dell'ultima seduta (analisi)

Ieri il Report non ha assunto nessuna ipotesi direzionale. E quando non si dice niente non si può sbagliare.
Ancora una volta è risultata precisa l'efficienza dei livelli segnalati, che hanno sempre o quasi sempre intercettato pause o modificazioni del trend.

Corretta l'analisi sul petrolio, dove si è già superato il primo target per fine 2018, e su EUR-USD.

Analisi economica di medio termine

L'input di fondo dell'analisi economica rimane rialzista per i mercati azionari, soprattutto americani, dove vediamo:

  • un'espressione coordinata della crescita sistemica,
  • una crescita regolare e apparentemente sostenibile dei profitti, l'approvazione della riforma fiscale, che ha portato al 21% il livello del carico fiscale, cioè la corporate tax USA; tale riforma contiene anche misure che tendono a favorire il ritorno in patria dei 3.000 miliardi di dollari che le multinazionali americane attualmente detengono in piazze con tassazione più leggera;
  • l'inflazione è ancora storicamente bassa, e dunque non ci sono i presupposti per pensare ad una accelerazione nel ritmo di rialzo dei tassi di riferimento della Federal Reserve e ad una più rapida normalizzazione della sua politica monetaria.