Certo, un grande ruolo l'hanno avuto i titoli bancari europei, in primis il crollo di D. Bank , dopo la sentenza usa che l'ha condannata a pagare ben 14 mld di $ per l'"affaire" derivati 2008!

Di conseguenza la speculazione che conta e le mani veramente forti, rientrate dalle vacanze hanno "picchiato" anche i nostri titoli più deboli ed esposti, fra cui Unicredit e Mps, guarda caso, come da noi anticipato, i titoli che stanno richiedendo ai mercati, in totale, somme simili! In un modo o nell'altro...i nodi .... o le malefatte vengono sempre al pettine.

Complice poi un'enormità di titoli non ritirati, provenienti da opzioni, si sono, nell'ultima seduta della settimana, riversati aggressivamente sui mercati, i titoli più rischiosi.

Anche il Future Dicembre è stato abbondantemente stravenduto, giungendo in chiusura sui minimi di 16.040. Guardare il nostro indice, ormai non serve più! Siamo abbondantemente sotto i supporti di 16300 ed a meno di una rapida risalita sopra, ma decisamente di oltre 1000 punti in poche sedute, rompendo in velocità la forte resistenza di 17400, il mercato è destinato al solito rimbalzo ....presto abortito, che produrrà, subito dopo, ulteriori minimi.

Obiettivi di breve medio termine sempre 15800/15600. Insomma... se tutto fila liscio ....senza eventi catastrofici, ma mettiamoci pure fra questi, anche una possibile caduta del Governo Renzi, dovuta prima all'ennesimo rinvio del referendum e poi...all 'esito negativo, si torna e ritorna sempre nel range 15000/19000 circa largo, come usiamo scrivere spesso, su cui impostare la solita operatività. 

Nel caso di raggiungimento del supporto di breve medio termine, si puo' già iniziare a   riaccumulare per lo meno una dozzina di titoli, "a scaletta"  e con il nostro tipo di operatività, anche sugli indici e Futures, oltre che su Forex e Commodities. Solo un cenno, ormai chi ci segue da tempo lo sà già molto bene. Oggi a pagina 27 del "dorso" Finanza e Mercati del Sole 24 ore, appare per incanto, un breve ma eloquente articolo sulla "bontà"  del titolo Elen e dei vari"perche". Consigliamo l'acquisto in edicola o via web. Anche sull'inserto Plus a pagina 11, appare un articolo sulla bonta' di una proposta provocatoria da noi fatta lo scorso anno, cioè l'investimento migliore a lungo termine: l'acqua. Ma tant'è...meglio tardi che mai...ora se ne accolgono per entrambi gli assett un pò tutti, analisti e media.