L'unico elemento che in qualche modo può rallentare la corsa sfrenata verso nuovi top di periodo è rappresentato da fisiologicge prese di profitto con l'inizio del nuovo anno, tali da colmare lo strappo rialzista a 3175 punti.

Questa possibilità rappresenterebbe per l'ennesima volta un'occasione per incrementare le posizioni a rialzo, sfidando ancora la forte soglia psicologica dei 3300 punti.

Per invertire la maestosa tendenza rialzista in essere occorre raggiungere e consolidare con massimi decrescenti la struttura di supporto formata sotto quota 3160 punti, scenario al momento privo di riscontro.

Decisamente improbabile infine colpire il livello d'inversione del trend di medio termine a 3074 punti, che richiamerebbe i supporti a 3038 e 3018 pti, annullando i guadagni di fine 2019.

Indicazioni operative e strategie multiday su S&P500 future

Per le posizioni long: attendere la verifica dei supporti dinamico lungo quota 3205 e 3223 punti collocando un ordine, con stop di massimo 15 punti e un target oltre 3240 pti.

Con un profilo di rischio minore attendere il test di solidità di quota 3188, rischiando al massimo 18 punti ed un target oltre quota 3225 pti.

Per le posizioni short: sfidando il potente trend rialzista attendere sui grafici intraday la perdita dei valori positivi del cci, sfruttando temporanei cedimenti sotto quota 3210 con target 3178 e stop di massimo 15 punti.