Pesante accelerazione ribassista per Stm che incurante della lentezza a scendere del Nasdaq a ridosso dei supporti più ravvicinati, perde contatto con i massimi.

Più precisamente dopo il top relativo registrato a 16.98, i prezzi in quattro sedute, si avvicinano verso l'avamposto di 14.85 euro che sostiene l'impalcatura rialzista recente.

L'ultimo eccellente movimento al rialzo è partito con il break out di 13.90 euro, corrispondente ad un incremento di valore di quasi il 30% nel solo mese di aprile, rispettando quindi il ruolo di titolo tra i più volatili del Ftse Mib.

Le prospettive adesso sfortunatamente si fanno ulteriormente difficili sia in termini di volatilità, che torna prepotente ad ampliare le escursioni del prezzo, sia in termini di direzionalità, con i corsi sempre più orientati a virare verso il basso.

Il rischio ovviamente è di annullare la struttura rialzista citata e di vedere soccombere all'avanzata dei venditori gli avamposti di 14.70 e 13.80, la cui tenuta è fondamentale per evitare conseguenze ancora più gravi.

L'indicatore di trend sul grafico giornaliero con i minimi registrati oggi  segnala la perdita del trend rialzista, da confermare in chiusura, mentre i prezzi sembrano stabilizzarsi lungo il forte supporto a 15.05 euro.