Fase rialzista impressionante per Telecom Italia che a ridosso dei massimi consolida quota 0.537€, recuperando i livelli abbandonati a metà aprile con il cedimento del supporto a quota 0.52€, ostacolo che ha dato anche di recente filo da torcere.

Attualmente la marcia rialzista è soltanto rallentata dal consolidamento e di 0.5440€ e la prospettiva migliore punta a raggiungere e stabilizzare i massimi relativi di marzo, a 0.5640 il più in alto 0.5720€.

Ma a questa prospettiva rialzista si contrappone un andamento non certo esaltante del indicatore di trend cci, che nella parte finale evidenzia un'inclinazione negativa, sebbene per il momento non emergano nette perdite di pressione in acquisto.

Certamente la salita dai minimi di metà agosto a quota 0.435€, che rasenta un recupero di oltre il 24% dei prezzi, necessità di una forte fase di consolidamento propedeutica al raggiungimento dei livelli prima citati. 

Soprattutto i prezzi dovrebbero continuare a crescere in coerenza con le valutazioni degli analisti che si sono spinti in maggioranza a ritoccare vorso l'alto il prezzo obiettivo.

Ad esempio per Banca Akros la raccomandazione sul titolo, lo scorso 17 ottobre, viene confermata a buy con un target a 0.77€, esaltando finalmente la raggiunta stabilità nella governance e quindi il fruttuoso periodo di collaborazione tra gli azionisti.