Le prese di beneficio apparse a inizio settimane sono state velocemente riassorbite, e ora l’indice FtseMib si ritrova a ridosso di un’importante resistenza di breve a quota 22.300.

Graficamente siamo in presenza di un possibile completamento di un testa e spalla rialzista di medio con notevoli spazi di crescita futuri; calcolando la testa in area 20.000, abbiamo un target intermedio in area 23.450 e uno finale addirittura a 24.600, in concomitanza proprio dei max degli ultimi anni, segnati a inizio maggio 2018.

Per avallare tale scenario sarà però fondamentale l’apporto del comparto bancario; un’altra “spallata” dello spread verso i 120 punti base dovrebbe consentirne un nuovo rally da qui a fine anno.

Correzioni sono sempre possibili, tuttavia il supporto a 21.500 dovrebbe reggere senza grossi problemi e offrire anzi nuove opportunità di ingresso, soprattutto per operazioni da trading.

Operativamente conviene ora mantenere le posizioni rialziste e attendere una possibile rottura dei 22.300 di FtseMib per inizio settimana, che spalancherebbe le porte per un nuovo allungo, almeno verso il primo target a 23.450 dell’indice.