Rallenta l'andatura strepitosa di Unipol che sbatte contro la forte resistenza di 4.65 euro, fissando i guadagni dall'inizio dell'anno ad un eccellente +35%.

Grazie a dati di bilancio esaltanti con gli utili in forte rialzo a 400 milioni nel 2018, contro una perdita nel 2017 di 346 milioni, la view degli analisti migliora sensibilmente con un target price medio a 4.70 in linea con le quotazioni recenti.

Invece dal punto di vista dell'analisi grafica il breakout avvenuto a marzo di quota 4.05 ha innescato, grazie all'andamento generale del Ftse Mib, una crescita ragguardevole che non è ancora terminata nonostante i cali subìti nelle ultime sedute.

Più precisamente fintantoché la linea di trend che sostiene i prezzi lungo i supporti dinamici di 4.36 e 4.25 non verrà violata, la struttura rialzista non sarà compromessa.

In tal senso è fondamentale non intaccare i solidi avamposti collocati lungo 4.2 e 3.95 euro, eventualità che se concretizzata annullerebbe del tutto l'ottimo spunto rialzista partito a fine dicembre 2018. 

Strategie operative su Unipol  

Per le posizioni long: attendere il consolidamento del supporto più ravvicinato a 4.3 prima di rischiare nuovi ingressi a rialzo, puntando al target di 4.67 prima, 4.78 in seguito e rischio massimo a 4.12 euro.