I mercati stanno vivendo una fase di recupero generalizzato, che allontana sempre più lo spettro di un’inversione ribassista di medio-lungo periodo altamente pericolosa; Piazza Affari, pur in un contesto politico complicato, segue il trend, tuttavia si sta in sti giorni scontrando con la resistenza più volte segnalata in area 22.800 di Ftse Mib.

Il recupero dai minimi di un mese fa è evidente, tuttavia un’eventuale chiusura sopra tale livello farebbe diventare un mini rally un vero rally estivo con target sui 24.000 punti. 

Lo spread staziona attualmente poco sopra quota 200, e se riuscisse a scendere sotto tale livello confermerebbe le velleità rialzista del nostro mercato.

In attesa delle elezioni, crediamo che solo un inasprimento della situazione in Ucraina e/o in Taiwan possa riportare il mercato in trend ribassista di breve; il supporto da monitorare per questo tipo di scenario e’ situato sui 21.500 di Ftse Mib.

Come già indicato la settimana precedente, a 22.800, se non lo si è già fatto, conviene monetizzare e portare l’investito al 50%; in caso di discesa, si potrà quindi rientrare in prossimità dei 22.000 e 21.500, mentre in caso di un allungo a 24.000, si potrà liquidare un altro 25% della posizione in essere.