STMICROLECTRONICS (STM): titolo in laterale  sui massimi dal 10 agosto. Giovedì 19 avevamo un segnale short dopo l'apertura, al break ribassista di 35,79 €. Segnale che sembrava esprimersi subito bene nell'andamento intraday (le quotazioni arrivavamo ad area 35 € a metà seduta), ma rimbalzavano nel finale e il giorno dopo abbiamo chiuso la posizione con uno stop loss prudente molto leggero a 36,10. Martedì 24 agosto siamo entrati in buy a 36,755 € per un possibile riattacco dei massimi. Stiamo difendendo la posizione con uno stop leggermente in positivo sopra 37. Oggi è in atto un nuovo tentativo di attacco alla resistenza costituita da quota 38 €. Se si concretizzerà potremo alzare lo stop iniziando a difendere il guadagno.

BANCO BPM (BAMI): su BANCO BPM dopo i massimi dello scorso giugno abbiamo fatto 4 operazioni. Una molto remunerativa andando al ribasso con uno short selling aperto il 17 giugno che ci ha permesso di sfruttare buona parte della discesa, mantenendo aperta la posizione al ribasso per quasi una ventina di giorni, e chiudendo l'operazione in profitto al break dello stop profit preimpostato sul rimbalzo del 9 luglio. Il 21 luglio abbiamo comprato al break dei massimi di seduta. Le quotazioni si sono mosse in laterale senza forza mandandoci in stop loss molto leggero (-0,8%) il 26 luglio. Nella prima settimana di agosto eravamo pronti ad un nuovo buy, ma la mattina del 6 agosto il titolo ci scappava via in forte gap up d'apertura. Il giorno 11/08 abbiamo provato un buy per un eventuale nuovo impulso di continuazione rialzista che non si è espresso, quindi siamo usciti  con uno stop molto prudente, poco meno che in pari, in apertura di contrattazioni del 17 agosto. Lunedì 23 agosto, siamo rientrati in buy. I prezzi erano saliti subito bene fino al test di area 2,8 €, avevamo concesso poca  di volatilità decidendo di difendere almeno un +1,8% di guadagno con uno stop profit pochi ticks sopra 2,75. In apertura del 27 agosto il titolo ci faceva uscire avendo bucato per un attimo il nostro stop, per poi recuperare. Oggi, 1 settembre le quotazioni sono in nuovo attacco di area 2,8 €. Valuteremo un eventuale rientro in buy nel pomeriggio di oggi o domani, in caso di rintracciamento durante i movimenti intraday. Altrimenti, se le quotazioni continueranno al rialzo scappandoci via, rimarremo senza fretta in attesa di un nuovo segnale.

BPER BANCA (BPE): abbiamo fatto un veloce "mordi e fuggi" Long comprando martedì 24 agosto. Il titolo sembrava poter andare all'attacco di area 1,85 ma due giorni dopo, nel finale di seduta del 26, correggeva mandandoci in stop che avevamo piazzato di poco in positivo (poco meglio che in pari). Siamo rientrati in buy ieri, 31 agosto, al break di 1,8395 €. Vediamo se ci sarà forza da proseguire verso la resistenza di area 1,90 €. Aggiorneremo on Area Trading lo stop loss tra il pomeriggio di oggi e quello di domani.

TENARIS (TEN): siamo Long sul titolo del settore petroliferi dal 24 agosto, al break di 8,3820. abbiamo già fissato uno stop poco meglio che in pari. Potremo alzarlo se ci sarà tentativo di attacco ad area 8,70 €.

STELLANTIS (STLA): il 30 agosto abbiamo aperto uno short al break di 17,020 €. Ieri le quotazioni scendevano in area 16,8 ma questa mattina è in atto un rimbalzo con tentativo di recupero sopra 17 €. Per ora manteniamo la posizione con stop loss molto prudente (inferiore al l'1%).

TELECOM (TIT): abbiamo comprato il 24 agosto a 0,3851 €. Le quotazioni si sono mosse in congestione laterale per tutte le sedute successive. Qui abbiamo già fissato uno stop stretto con eventuale reverse short. Questa mattina sta mostrando un po' di forza con tentativo di approccio ad area 0,39 €. Probabilmente aggiorneremo la strategia nel pomeriggio.

CNH INDUSTRIAL (CNH): ieri abbiamo chiuso il Long che avevamo aperto lo scorso 25 agosto. Operazione senza nulla di fatto in quanto siamo usciti poco meglio che in pari dopo aver fissato uno stop che poco sopra quota 14 €. Il livello veniva bucato nel pomeriggio. Rimaniamo in attesa di nuovo segnale.