Giornata di conti per il titolo BREMBO che chiude il 1° trimestre del 2021 con un utile netto di 61.4 mln di euro (9,1% dei ricavi) che si confronta con 29.8 milioni dell'analogo periodo dell'anno precedente.

I ricavi netti consolidati ammontano a 675.1 mln, in crescita del 17.2% (+20.9% a cambi costanti) rispetto al primo trimestre dell'anno precedente. A parità di cambi e di perimetro, a seguito dell'inclusione nel perimetro di consolidamento della società danese Sbs Friction, acquisita con effetto dal 1 gennaio 2021, l'incremento sarebbe del 20.2%. Se paragonati con il primo trimestre 2019, che rappresenta un confronto più omogeneo rispetto agli effetti della pandemia da Covid-19, i ricavi del primo trimestre 2021 evidenziano una crescita dell'1.2%.

Nel trimestre in esame tutti i segmenti in cui il gruppo opera hanno avuto andamento positivo: il settore auto è in crescita del 13.1%, le applicazioni per motocicli del 40.5% (+33.4% a parità di perimetro di consolidamento), quelle per veicoli commerciali del 31.6% e le competizioni del 3.3% rispetto allo stesso trimestre del 2020.

A livello geografico, le vendite crescono in Italia del 20.9%, in Germania del 6.1%, in Francia del 27.6% e nel Regno Unito del 6.2% (+8% a cambi costanti). L'India cresce del 31.2% (+44.3% a cambi costanti), la Cina del 97.4% (+100.9% a cambi costanti; +39.6% rispetto al primo trimestre 2019) e il Giappone del 20% (+20.9% a cambi costanti). Il mercato nordamericano (Stati Uniti, Messico e Canada) è in crescita del 5.9% (+14.4% a cambi costanti), mentre quello sudamericano (Brasile e Argentina) è in calo del 21,.% ma cresce, a cambi costanti, del 3.3%.

Per chi volesse acquistare il titolo BREMBO.

La correzione partita nel mese di Febbraio, dai top di periodo posti dagli 11.65 euro, si è arrestata a contatto con i forti supporti situati vicini alla soglia dei 10 euro; da questi livelli la scorsa settimana il titolo, con buoni volumi, è tornato ad essere acquistato spingendosi nella seduta odierna a contatto dei 10.8 euro dove transita la trend-line ribassista che parte dai top di Febbraio

Oltre questi livelli è possibile una proseccuzione degli acquisti in direzione degli 11 euro e a seguire verso gli 11.25 euro oltre i qualsi aumenterebbero le possibilità di un ritorno sui massimi di periodo.

Al ribasso solo sotto i 10 euro il titolo invierebbe un segnale di debolezza.

Buon trading

Per abbonarti ai miei segnali di trading su Blue Chip / Mid Cap / Etf, che nel 2020 hanno generato un guadagno del 170% e nel 2021 è oltre il 100%, invia subito un Sms/Whatsapp al +39 375 567 0835 digitando "Info Origlia" oppure chiama lo 02 400 42 139.

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato sulle mie attività, richiedi l'accesso al mio gruppo Telegram: http://bit.ly/2YvjIdj