Il Ftse Mib disegna un Engulfing Bearish che archivia la terza seduta negativa nelle ultime quattro. L’indice interrompe la serie di 3 settimane positive consecutive chiudendo l’ottava in ribasso del’1.91%.

L’auspicato breakout di area 25.000 non c’è stato complice anche una WallStreet che non conferma i segnali di reazione forniti la scorsa settimana. L’indice italiano rimane così ingabbiato da ormai 42 sedute all’interno di una fascia di circa 2.200 punti fra 22.800 e 25.000: solo la fuoriuscita dei prezzi da questo box, innescherà un significativo movimento direzionale.

I mercati si stanno muovendo seguendo i dati Macro: spesso quelli USA vengono interpretati “al contrario” ovvero si sale su quelli negativi e si scende su quelli positivi che innescano il timore di una Federal Reserve più aggressiva nella politica monetaria restrittiva. La prossima settimana gli operatori saranno concentrati sulla riunione della BCE di giovedì e soprattutto sul dato dell’inflazione Usa a maggio atteso venerdì alle 14.30.

Operativamente la nostra strategia prudente (attualmente deteniamo il 100% di liquidità) ci ha consentito di schivare i recenti ribassi. Certe volte la strategia migliore è quella di non far nulla pronti però a cogliere le opportunità sul mercato, non appena si presenteranno.

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo:

  • ALERION
  • ENI
  • IVECO
  • LEONARDO
  • OVS
  • SAIPEM