Il Ftse Mib disegna una long black che archivia la peggior seduta delle ultime 10. Nonostante la flessione delle ultime 2 sedute l’indice chiude la settimana in positivo (+0.14% miglior performance fra le borse europee) interrompendo la serie di 3 ottave negative consecutive condizionata da una serie di news analizzate in questo articolo.

Ci lasciamo alle spalle una settimana vissuta sulle montagne russe: le prime 3 sedute hanno proseguito il rimbalzo partito dai minimi del 25 gennaio, ma poi ci hanno pensato le banche centrali (BCE e BoE) a far tornare gli investitori con i piedi per terra abbandonando una visione conciliante rispetto all’inflazione.

Anche la prossima settimana potrebbe essere volatile in attesa di diversi dati importanti: in primi quello sull l'inflazione americana atteso giovedì alle 14.30. Prosegue la stagione delle trimestrali Usa con diverse Blue Chips che comunicheranno i risultati: Pfizer, Wal Disney, PesciCo, Coca Cola, Philip Morris e Twitter, ArcelorMittal ecc.

Anche sul fronte domestico diverse società daranno i risultati: in particolare fra i titoli del Ftse Mob 40 c’è attesa per i numeri di Banco Bpm, Bper Banca, Cnh Industrial e Iveco Group (martedì). Il giorno successivo sarà la volta di Buzzi Unicem, Finecobank e Mediobanca. Giovedì toccherà a Banca Generali, Banca Mediolanum e Nexi.

Operativamente mercoledì abbiamo chiuso in buon profitto un trade su CAMPARI e ci siamo messi liquidi al 100%. Questa strategia prudente ci ha consentito di “schivare” lo storno degli ultimi 2 giorni e quindi la porteremo avanti anche per l’inizio della settimana.

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo:

TENARIS mostra grande forza relativa rimanendo “ancorato” alla resistenza in area 11.5€ nonostante l’impostazione negativa del mercato. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale di continuazione rialzista.

Grande forza anche per UNICREDIT che archivia la settimana con un guadagno dell’8.9%. Il superamento di area 15.17€ potrebbe calamitare nuovi acquirenti.

SAIPEM archivia una settimana drammatica, perdendo il 38.32%. In vista di un inevitabile aumento di capitale è consigliabile solo agire con veloci operazioni intraday che sfruttino la volatilità dei prezzi.

Esplosione della volatilità e dei volumi (scambiate quasi 7.3 milioni di azioni) per POSTE che disegna una pericolosa Long black. Monitoriamo il supporto in area 11€ che potrebbe opporsi alla discesa dei prezzi.

LEONARDO continua ad essere preso di mira dei ribassisti con 5 investitori che in questo momento detengono short rilevanti sul titolo (maggiori dello 0.5% del capitale). È opportuno valutare eventuali buy solo a seguito di short covering (ovvero ricopertura di posizioni corte).

Ci attendiamo volatilità su MPS in attesa dall’approvazione dei risultati di bilancio 2021. Possibile intervenire su eventuale breakout di area 0.96€.