Il FtseMib disegna una Long white che si riporta a contatto con la resistenza chiave in area 25.000 punti. I prezzi riprendono la via del rialzo archiviando la sesta settimana positiva nelle ultime sette, condizionata da una serie di eventi che abbiamo analizzato in questo articolo.

Ci attende una settimana molto interessante in attesa di alcuni appuntamenti chiave in grado di condizionare in maniera rilevante i prezzi. In primis la riunione della BCE di giovedì in cui c’è attesa per la consueta conferenza stampa del presidente Christine Lagarde.

C’è attesa anche per i risultati trimestrali dele Blue Chips Usa. In particolare lunedì per i numeri di Coca-Cola e  United Airlines. Martedì: Johnson & Johnson, Lockheed Martin, Netflix e Philip Morris. Mercoledì: Ericsson, Nasdaq e Whirlpool. Giovedì American Airlines, American Electric Power e At&T e venerdì: American Express e Honeywell International.

A Piazza Affari lunedì si apre la stagione dei dividendi 2021 con sei colossi del Ftse Mib che staccano la: Banco Bpm (0,06€), Campari (0,055€) Cnh (0,11€), Ferrari (0,867€) Stellantis (0.32€)  e Unicredit (0.12€).  A queste, si aggiungeranno anche i dividendi di 4 società quotate tra MidCap ed Mta: Banco di Desio e Brianza (0,0679) BasicNet (0,06) Maire Tecnimont (0,116) Piaggio (0,026 saldo)

Segnaliamo fra le idee di trading.

Volumi esplosivi per ENEL che scambia oltre 73.3 milioni di azioni, ovvero la quantità più elevata dal 20 marzo 2020. Il livello chiave da monitorare per il titolo rimane la soglia dei 9€.

UNIPOL si riporta a contatto con la resistenza in area 4.85€, che per diverse volte nelle ultime settimane si è opposta alla salita dei prezzi. Possibile intervenire a seguito del breakout di questo livello.

STELLANTIS disegna una sorta di piccolo testa spalle rovesciato. Il completamento del pattern (con il superamento della neck line passante a 15.45€) fornirà un solido segnale rialzista.

Continuiamo a monitorare INTERPUMP che testa la resistenza in area  44.5€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un solido segnale rialzista.

DIASORIN consolida dopo lo strappo di lunedì chiudendo la settimana con un rialzo del 9.74%. Il superamento di area 155.5€ potrebbe calamitare nuovi acquirenti.