Il Ftse Mib disegna una black closing marubozu che archivia la peggior seduta delle ultime 29. L’indice archivia la peggior settimana delle ultime 7 (-2.34%) condizionato da una serie di eventi che abbiamo analizzato in questa pagina.

Gli operatori sembrano spaventati dalla determinazione che mostra la Fed a portare avanti la politica monetaria restrittiva, da alcune semestrali deludenti e dalle incertezze sulla tenuta della ripresa economica, fiaccata dalle ricadute della guerra in Ucraina e dai lockdown in Cina.

Lunedì nonostante il giorno festivo, Piazza Affari negozierà regolarmente: potremmo assistere a una giornata con volumi in contrazione in cui sono più frequenti i falsi segnali e per questo non incrementeremo l’esposizione. L’apertura sarà condizionata dai risultati del ballottaggio delle presidenziali francesi e da una nuova tornata di stacchi dividendi per le azioni di Piazza Affari.

In particolare saranno 9 i titoli chiamati a staccare la cedola che sarà messa in pagamento due giorni dopo, il 27 aprile: Banco di Desio e Brianza (0,1365 euro) Basicnet (0,12€) Coima RES (saldo 0.2€) Covivio (3,75€) Edison risparmio (0,285€) Esprinet (0,54€) Saes Getters (0,47€) Saes Getters risparmio (0,47€) WIIT (0,35€) Franchi Umberto Marmi (0,25€).

Operativamente in settimana abbiamo ulteriormente alleggerito le posizioni (liquidando in buon profitto MARR) e quindi rimane una sola azione in portafoglio.

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo:

  • INTERPUMP
  • BPM
  • DIASORIN
  • UNIPOL
  • SAIPEM
  • BUZZI UNICEM