Questa settimana presenterò un prodotto che è leggermente diverso da quelli analizzati finora, non tanto per struttura, quanto per sottostanti. A mio avviso questo certificate può essere estremamente interessante anche e soprattutto per chi ha necessità di diversificare la propria asset allocation o quella dei propri clienti.

Prima di iniziare un breve accenno al Portafoglio Italia che in questo ultimo periodo si è veramente comportato molto bene battendo il FTSE-MIB consecutivamente nelle ultime tre settimane e otto sulle ultime dieci! Ecco, per chi stesse cercando uno strumento per raggiungere l’indipendenza finanziaria dato anche i ricchi dividendi che ha staccato. Per chi volesse accedere a tale portafoglio l’indirizzo è questo.

Veniamo a questo punto al certificate della settimana e vediamone subito le caratteristiche:

  • Tipo: Express autocall
  • Sottostanti: iShares MSCI Brazil / VanEck Vectors Russia.

Come potete notare questa volta i sottostanti sono due ETF! Questo può quindi rappresentare da un lato un’alternativa all’investimento diretto sui sottostanti stessi con il doppio vantaggio di sterilizzare il rischio cambio EUR/USD (visto che entrambi sono quotati in dollari) e di presentare una barriera di protezione di oltre il 40%, dall’altro andiamo a mettere in portafoglio due sottostanti che non sono solitamente presenti.

Naturalmente nessun pasto è gratis, infatti c’è un limite (un cap) al massimo profitto che questo prodotto può esprimere: 20€ trimestrali, più il guadagno in conto capitale.

Attualmente il certificate è acquistabile a 990€, quindi sommando tutte le componenti di reddito arriviamo ad un 8,5% annuo.

C’è però un’altra possibilità rappresentata dalla solita opzione autocall. Studiamo il grafico del sottostante peggiore che in questo caso è iShares MSCI Brazil.

Come potete notare l’iShares MSCI Brazil è già sopra strike, il che significa che se mantenesse tale livello l’8 giugno già scatterebbe il rimborso anticipato facendoci fare un 3% in un mese (sarebbe un 36% annualizzato). Più realisticamente ritengo che a maggio si verificherà un ritracciamento ed io aspetterò almeno il raggiungimento di quota 34,5$, se non addirittura 31,5$, prima di entrare tenendo comunque a mente che l’opzione autocall si ripete ogni tre mesi.

Penso che questo prodotto possa essere valido per molteplici esigenze.