Partenza sotto tono, volumi limitati, dalle festività Jpn, Cina, Urss, e Uk. Mercati quindi in attesa di nuovi fattori, con un focus sempre su vaccini e virus. Questo fattore determina i vincitori e i vinti, tra chi, con i VACCINI, sta superando le chiusure delle attività, e chi con l’avanzamento del VIRUS, vedi INDIA, BRAS, deve prolungare il blocco degli spostamenti e delle misure di emergenza. In EU, Governi al lavoro per una riapertura e spinta del TURISMO, preparazione per giugno, tra riaperture graduali totali, e passaporto vaccinale, green pass, certificato covid, o altro, (tra falsi documenti, mancanza e incapacità di controllo, confusione e differenze nei termini. Il PASS COVID EU prende il via il test in 15 nazioni). Una ripresa dei VIAGGI di lavoro resta improbabile per i prossimi mesi/trimestri, anche se aumenta la pressione per autorizzare i viaggi non essenziali. Per la POLITICA MONETARIA, dopo il nulla di fatto da EU, USA, abbiamo RBA Australia il 4pv, seguita da BRAS il 5pv, e BoE UK il 6pv, senza variazioni attese. Per i DATI economici abbiamo il rallentamento della ripresa in CINA, problemi con il virus a frenare il GIAPP, e dati in miglioramento oltre le attese per UK, EU, con gli occhi puntati tutti al post-covid, con ASPETTATIVE elevate. Robusti i dati USA, anche se con vari ampi timori, e un occhio al successo di implementazione delle misure BIDEN, di politica FISCALE, pacchetto di misure di INTERVENTI, tra aiuti diretti e investimenti record.

GEOPOLITICA con i problemi e tensioni elevati oramai ampiamente conosciuti, con UKR e TAIW in primis, senza  scordare TURK, SIRIA LIBANO e andamenti critici in VEN e politici in vari Stati America Latina, con situazioni amplificate dal covid. Pubblicazione UTILI societari meglio delle attese, con innalzamento delle aspettative. EMISSIONI, BUYBACK in accelerazione, con aziende in corsa per accaparrarsi i capitali necessari, prima del rialzo YIELDS, già in atto, e con maggiori aspettative di INFLAZIONE. (per Warren Buffet inflazione di corsa, per la FED Powell e Yellen, solo transitorio, problema non esiste). Spinta rialzista per METALLI, COMMODITY, ENERGIA, prosegue, con aumento della domanda, delle aspettative di ripresa dell’economia globale, difficoltà di approvvigionamento e di logistica. Quindi tutto invariato, e le attività restano concentrate nel breve termine, con veloci cambiamenti di settori, strategie, tramite esposizioni con derivati. OGGI chiusura in ribasso per gli INDICI in ASIA, partenza sotto tono in EU, e rinnovata spinta rialzista dai dati e dagli utili societari. Meglio petroliferi, industriali, mix banche. YIELDS in rialzo accelerato, e rinnovato rientro nel finale. SPREAD invariato. PETROLIO calo, e ripresa nel finale. COMMODITY meglio, con agri. METALLI mix, tra riduzione posizioni e nuove. ARGENTO meglio, ORO sostenuto, con ripresa dei long, ridotti a fine mese/settimana, sulla scia dato prezzi ISM USA. Sulle VALUTE ripresa del DOLLARO, cede CHF, recupero temporaneo EURO, rialzo GBP, YUAN, ASIA, ANGLO. Cedono LATAM e MEX, TURK, ZAR, SING, NORDICHE, YEN, URSS. movimenti e volumi modesti. CRIPTO +2/+4, Ethereum nuovo record max. Berkshire spara contro cripto.