Dalla recente fase di correzione potrebbero emergere importanti opportunità rialziste per le azioni Enel. Vediamo come impostare l'operatività con i Turbo Certificates di BNP Paribas.

Al test di un importante supporto, le azioni Enel sembrerebbero in procinto di mettere a segno nuovi guadagni.

Dopo i minimi fatti segnare a metà marzo a 5,15 euro, le quotazioni del titolo Enel si sono riportate sui livelli pre-Covid per mezzo di tre fasi rialziste.

La prima, avvenuta nella seconda metà di maggio, ha permesso alle quotazioni di salire da 5,8 a 7,5 euro, la seconda a novembre 2020 ha spinto i corsi di Enel a 8,4 euro, e la terza è stata caratterizzata dal raggiungimento del nuovo massimo storico a 9,047 euro.

Da qui è partita una fase di ritracciamento che ha portato le quotazioni a confrontarsi con un doppio supporto: la media mobile a 200 periodi e la trendline ottenuta dai lows del 12 marzo e del 29 ottobre.

Nuovamente al test di questa linea di tendenza, ed in presenza di un RSI in forte ipervenduto, le quotazioni del titolo Enel sembrerebbero pronte a mettere a segno nuovi guadagni in direzione degli 8,6 euro.

Azioni Enel: strategie operative

Operativamente, si potrebbero valutare strategie di natura rialzista da 8,27 euro con stop loss a 7,95 euro e obiettivo principale a 8,5 euro. Il target finale sarebbe invece localizzato a 8,65 euro.

Per questa strategia, si adatta il Certificato Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NLBNPIT10G06 e leva 7,55.