Trading Azioni Ftse MIB: al momento, dopo la chiusura dei recenti trades, abbiamo ancora aperta solo una posizione, lo short BCO BPM, ma siamo in procinto di aprire varie nuove posizioni con segnali che stiamo attendendo tra il pomeriggio di oggi, 2 luglio, e la seduta di lunedì 5 luglio.

BANCO BPM (BAMI): siamo ancora short dal 17 giugno. Il segnale scattava al break di 2,9050. Al momento abbiamo uno stop a protezione di un po' di gain piazzato poco sotto 2,80 € (dettagli in Area Trading). Le quotazioni questa mattina si muovono a contatto di area 2,75 €. Non è da escludere che nel primo pomeriggio di oggi, se ci saranno le condizioni tecniche, "calibreremo" lo stop spostandolo leggermente.

UNICREDIT (UCG): si muove a contatto del supporto di area 10 €. Siamo vicini ad un nuovo segnale ma dobbiamo attendere i prossimi movimenti. Se ci sarà un break sotto quota 10 € identificheremo un livello di entrata per un eventuale short. Al contrario, in caso di tenuta ed attacco a 10,25, potremmo valutare l'apertura di una posizione al rialzo in buy.

STMICROLECTRONICS (STM): ieri, 1 luglio, avevamo attivo in segnale di short selling in caso di break sotto area 30,6 verso la chiusura di seduta. Il segnale però non scattava. Continuiamo a seguire il titolo per individuare tra oggi pomeriggio e lunedì 5 luglio un eventuale nuovo segnale.

INTESA SANPAOLO (ISP): si muove da alcune sedute in congestione laterale tra 2,3 e 2,4 €. Dovrà dare segnale di uscita da tale area per poter valutare un segnale.

STELLANTIS (STLA): recentemente abbiamo provato due short senza indovinare bene il timing, in quanto sul primo del 18 giugno, eravamo entrati ad un buon livello, ma il giorno dopo abbiamo concesso troppa volatilità dopo l'apertura bassa e il successivo rimbalzo intraday, andando a chiudere il trade in leggero loss intorno all'1%. Siamo poi rientrati short il 29 giugno, ma avevamo uno stop poco meglio che in pari che è scattato questa mattina dopo l'apertura. Continuiamo però a seguire il titolo in quanto potremmo valutare lunedì un nuovo livello di rientro.

SAIPEM (SPM): sul brevissimo ha resistenza importante a quota 2,10 €. Valuteremo il buy solo in caso di segni di forza con break sopra tale area.

TENARIS (TEN): situazione tecnica di breve priva di direzione. Sui movimenti di brevissimo diventerà interessante per un buy solo in caso di forza con attacco deciso sopra area 9,50 €. Rimaniamo in attesa dei prossimi movimenti.

UNIPOL (UNI): recentemente abbiamo fatto un "mordi e fuggi" short aperto il 16 giugno e chiuso il 24 in leggero guadagno. Mercoledì scorso, 30 giugno, le quotazioni aprivano in forte gap rialzista per effetto delle news riguardanti l'operazione di "reverse accelerated book-building" da parte di Koru, arrivando a toccare area 4,6 euro dove ora c'è una resistenza importante sul brevissimo. Da due sedute le quotazioni stanno effettuando un leggero pill back mentre rimane aperto il gap del 30 giugno. Diventerà interessante in ottica di acquisto solo in caso di conferma di attacco sopra area 4,60.

BPER BANCA (BPE): supporto importante in area 1,80 €. Dovesse perdere questi valori, continuerebbe la discesa iniziata dopo il falso break dei massimi, subito annullato, del maggio scorso. Titolo difficile da operare in short selling per scarsa disponibilità di overnight. Valuteremo il buy solo in caso di chiara tenuta di area 1,80 € e successivo attacco in direzione 1,90 €.

PIRELLI & C (PIRC): sta provando a tenere sopra area 4,90 €. Valuteremo lo short selling se bucherà tale area con successiva conferma in break sotto 4,85 €.