Nonostante i nuovi record di Wall Street, con il Nasdaq che supera per la prima volta nella storia i 15mila punti e l'Sp500 lanciato verso i 4500 punti, è stata una giornata all'insegna della cautela sui principali mercati azionari del Vecchio Continente per nulla impattati dal Pil del secondo trimestre della Germania rivisto al rialzo a +1,6% nel secondo trimestre e +9,4% su base annuale (da +1,5% e +9,2% della stima preliminare).

In questo contesto il focus della settimana resta però sull’appuntamento di Jackson Hole in Wyoming, da giovedì a sabato, e in particolare sull’atteso intervento del presidente della banca centrale Usa, Jerome Powell. Il simposio, a causa della pandemia, anche quest’anno non sarà in presenza, segno che la variante Delta fa paura e riverbera i suoi riflessi negativi sul cammino dell’economia. Sembra così improbabile che Powell sceglierà questa sede per annunci sull’avvio della riduzione di acquisti di asset, anche se gli investitori cercheranno suggerimenti sui possibili tempi di questo inevitabile approdo. Secondo Goldman Sachs le probabilità di un annuncio di tapering a novembre sono salite “dal 25% al 45%” e mentre quelle di un annuncio a dicembre sono scese “dal 55% al 35%”

Sul mercato valutario l’euro scambia sui livelli di ieri in area 1,174 nei confronti del Dollaro anche se sarà solo con il break degli 1.18 che si avrebbe un primo segnale di allentamento della pressione ribassista. 

Dopo le perdite della scorsa settimana prosegue la ripresa del petrolio con il WTI che si porta oltre i 67$ al barile e prossimi target sulla soglia dei 70$

A Piazza Affari la regina del listino tra le blue chip è LEONARDO dopo l’annuncio dell’accordo di partnership con Northrop Grumman per fornire pointer/tracker per il programma Common infra-red countermeasures (Circm) dell’esercito degli Stati Uniti. L’intesa quinquennale, spiega una nota, “consentià alla società di fornire a pieno regime, più di 1.200 pointer/tracker oltre ai 500 già consegnati”. A suscitare interesse sul titolo sono state anche le indiscrezioni relative a un interesse di Fincantieri (-0,41%) per il perimetro della ex Oto Melara, oggi controllata da Leonardo e confluita nella divisione Sistemi di Difesa nel 2016.

Nel corso dell’ultima settimana infine, la Bce ha acquistato titoli di stato nell’ambito del programma Pepp per 16,58 miliardi di euro a quota 1313,53 miliardi di euro. Per quanto riguarda il QE tradizionale, nell’ottava la Bce ha acquistato titoli di stato per 3,07 miliardi di euro a quota 2440,41 miliardi mentre gli acquisti netti di bond societari sono aumentati di 0,924 miliardi a 290,209 miliardi. Infine la Bce ha effettuato acquisti netti di covered bond per 344 milioni a 294,813 mentre gli acquisti netti di Aps sono stati negativi per 218 milioni a 28,148 miliardi.

Buon trading

Per abbonarti ai segnali di trading su Blue Chip, Mid Cap ed Etf, che nel 2020 hanno generato un guadagno del 170% e nel 2021 è superiore al 290%, invia subito un Sms/Whatsapp al +39 375 567 0835 digitando "Info Origlia" oppure chiama lo 02 400 42 139.

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato sulle mie attività, richiedi l'accesso al mio gruppo Telegram: http://bit.ly/2YvjIdj