Ulteriori interventi, verbali, da parte delle Banche Centrali unite, con ECB e FED in prima linea, a sottolineare che inflazione non è un problema, ma solo un fattore temporaneo, e che le politiche monetarie resteranno accomodanti a lungo. Questo ha riportato un rientro su queste ASPETTATIVE, alimentando gli acquisti di BONDS, con calo YIELDS, in sintonia all’aumento marcato degli acquisti assets – via PEPP – con livelli elevati e accelerati da parte della ECB. Nel frattempo proseguono i COMMENTI a freno del settore IMMOBILIARE, delle COMMODITY e METALLI, in particolare da parte della CINA, con l’intento di frenare il rialzo dei PREZZI, che stanno frenando la RIPRESA in atto, post-covid. Unitamente abbiamo un rialzo dei COSTI, di trasporto, noli, assicurativi, personale, dazi e sanzioni, e in prossimo futuro, di una MINIMUM GLOBAL TAX, oltre che ad aumenti singoli/settoriali della pressione del FISCO in varie Nazioni, in cerca di rientrare dai costi COVID, con una SPENDING REVIEW. Commenti di una POLITICA MONETARIA super ampia, ulteriormente allentata con altri aiuti diretti, finanziamenti, e commenti di TASSI bassi per lungo tempo, senza spazio al momento per un rientro / TAPERING. Commenti su tapering comunque in aumento nella FED, e altre nazioni, come NZ, AUD, CAD, UK, verso una stretta, o in CINA già in atto.

Nel frattempo gli INDICI toccano nuovi record massimi, con rialzi lenti, graduali, sulla scia degli UTILI societari robusti, aspettative di ripresa marcata post-covid, di politiche monetarie super ampie e tassi negativi, degli aiuti diretti in atto in vari settori, e dai primi segnali di RIPRESA presenti, oltre che ai BUYBACK, M&A, e ristrutturazioni elevate in atto, e agli acquisti di ASSETS da interventi. I commenti nei mercati finanziari vedono rialzi record per ORO, ARG, BITCOIN, BORSE, con negatività persistente marcata contro il DOLLARO, senza nessun timore apparente dei RISCHI, per rialzi TASSI (DEBITI record e max storico), recupero del DOLLARO (emergenti, posizioni short marcate generale). Come risultato, una DISTORSIONE marcata, entro i DATI economici fondamentali e gli andamenti dei MERCATI finanziari. Grazie ai Governi, Banche Centrali, una GARANZIA per i mercati finanziari in cerca di RENDIMENTO, e di OPPORTUNITA’, ad alimentare OTTIMISMO, a ridurre il fattore RISCHIO. E un FOCUS oramai tutto su INFLAZIONE, e sue componenti chiave, quali petrolio, prezzi consumo, materie prime e alimentari, vendite dettaglio. OGGI grazie agli interventi banche centrali, rientro timore inflazione, YIELDS in calo generale, ex-JPN stabile da solo. Tassi invariati per NZ, UNGH nel previsto.

Per gli indici su scia sentiment, rialzi marginali a toccare nuovi record EU, poi recedono nuovamente in fascia medio termine. Peggiori Banche, finanziari, meglio auto, telefonia, industriali. Focus intrattenimento, turismo a futuro post-covid/opportunità. COMMODITY, METALLI fase correttiva/assestamento prosegue, LEGNAME tariffe USA da 9 a 18.32pc al CAD, -3.0pc. TERRE RARE +5.50. PETROLIO calo stoccaggi Usa, atteso Iran. ORO su max4 mesi, supera barriera psicologica 1900, e mercati aumentano aspettative oltre i 2000doll. CRIPTO recupero marcato generale prosegue, oggi +5/15pc. Iran vieta uso. Sulle VALUTE un DOLLARO sempre debole, sopra min4,5mesi, in leggero recupero. Stabili LATAM, con calo CILE ulteriore. Sotto tono TURK. Meglio NZ, cede CAD, stabili ANGLO e GBP. Meglio URSS, YUAN robusto e max june 2018, ASIA, recupero prosegue per SING. Mix EST-EU stabili, con calo CECO, HUF.