Piazza Affari, pur mantenendo un trend rialzista di fondo, si è arenata poco sopra i 24.000 punti; la resistenza a 24.650 non è stata toccata, ma soprattutto tiene il supporto indicato settimana scorsa a 23.950 di FtseMib.

Lo spread si mantiene stabile poco sotto quota 100, tuttavia si sta gradualmente staccando dai minimi segnato lo scorso mese; difficile ancora dire se siamo vicino a dei massimi di medio periodo, ma si ha la sensazione che davvero il mercato stia per finire tutte le cartucce a disposizione.  

Si ribadisce che il segnale di inversione perverrebbe comunque con una chiusura sotto 23.950 punti; gli obiettivi sono posti a 23.000 nel breve e a 22.000 e 21.400 nel breve-medio periodo.

Operativamente, rimanendo sugli stessi livelli di settimana scorsa,  si può stare alla finestra; in caso di nuovo allungo, si potranno vendere i titoli, mentre in caso di rottura dei 23.950, aspetteremo il raggiungimento dei supporti sopra indicati per chiudere le operazioni ribassiste di copertura e contestualmente procedere a qualche acquisto selettivo sui titoli.