News e rumors su LEONARDO (LDO): potrebbero volerci mesi prima che il governo italiano prenda una decisione riguardante la trattativa di cessione di Oto Melara e Wass da parte di Leonardo. Al momento sembra che il ministero della Difesa abbia intenzione di ampliare la cordata per rilevare le due aziende, facendo entrare insieme a Fincantieri e al gruppo franco-tedesco Knds, anche Iveco Defence (società controllata dal 2013 da CNH Industrial).

Il giro d’affari di Oto Melara e Wass si aggira intorno ai 550 milioni di euro. Cosa producono le due aziende ? Armi. Nello specifico Oto Melara fabbrica cannoni navali, in particolare il modello più diffuso sulle navi da guerra di tutto il mondo (acquistato da ben 53 Paesi). Wass produce droni e siluri, per esempio il modello Black Shark (un siluro multi bersaglio che può essere lanciato sia da unità di superficie che da unità subacquee).

Ai partiti di centrodestra non piace come il governo sta gestendo la vicenda. In una nota redatta da parlamentari di Lega, Forza e Fratelli d'Italia si legge:

Il tema della cessione, da parte di Leonardo, di Oto Melara e Wass, per le quali si sta manifestando forte interesse straniero, sembra essere svolto da un lato in modo superficiale e miope e dall’altro come se si trattasse di una scelta solo industriale, mentre si tratta di una questione di scelta strategica da parte della nazione e nel rapporto tra nazioni. Il governo ha espresso una chiara posizione attraverso le dichiarazioni di ministri e sottosegretari, in difesa dell’italianità, ma il consorzio franco-tedesco Knds procede insieme con Leonardo alla visita degli stabilimenti di Livorno guardando da vicino i nostri gioielli e i loro dati sensibili, come se una scelta fosse già fatta.

Sta di fatto che per ora il governo sembra aver messo in “stand by” la cessione, e ciò non sta piacendo agli analisti finanziari (per esempio Banca Akros).

ANALISI TECNICA PER OPERATIVITA DI BREVISSIMO PERIODO

Le quotazioni di Leonardo dai massimi di ottobre 2021 (toccati per la precisione il 5 ottobre a 6,2460 €) sono scese fino a bucare i minimi di settembre di area 6,50. Nella prima metà di novembre hanno accennato un recupero sopra quei livelli, rimanendo in congestione laterale per varie sedute tra 6,50 e 6,65 €.

In ottica di operatività da trading veloce di brevissimo periodo, il 17 novembre scorso abbiamo pubblicato su shotrading.com un segnale ribassista di short selling, vendendo allo scoperto LEONARDO al break di quota 6,48 €.

Al momento stiamo difendendo la posizione con uno stop molto stretto rispetto alle quotazioni di oggi 22 novembre (quotazioni che si stanno muovendo in area 6,15-6,25 €).

Lo stop è fissato ad un livello di poco superiore a quota 6,30 € (dettagli operativi in Area Trading shotrading.com). Siamo su livelli di prezzo ai quali prestare attenzione, in quanto in prossimità degli importanti minimi di luglio 2021. La mancata tenuta di area 6 € sarebbe un segno di ulteriore debolezza, qualora non venisse recuperata subito rivelandosi un falso break.

Tutto ciò anche in condizione di eventuali improvvise novità riguardanti la vicenda della cessione di Oto Melara e Wass.