Tra le carte messe in campo da Paolo D’Ambra nella ventunesima puntata di “House of Trading – Le carte del mercato” compare una verde sul petrolio WTI. Nelle ultime sedute, le quotazioni della materia prima sono state spinte da diversi fattori, in primis il miglioramento sull’outlook della domanda da parte dell’International Energy Agency e dell’OPEC+. Sul fronte dell’offerta, l’oro nero è riuscito a trarre beneficio dal regime di tagli mantenuto nell’ultima riunione del cartello e dal rallentamento delle discussioni tra USA e Iran per l’accordo sul nucleare di Teheran. Quest’ultimo elemento potrebbe rallentare ulteriormente l’output. Per il componente della squadra degli analisti inoltre, i prezzi del petrolio WTI si trovano ancora all’interno di un canale rialzista ben definito, elemento che andrebbe quindi a favorire l’implementazione di strategie di matrice rialzista. D’Ambra si attende inoltre una crescita delle richieste di questa materia prima grazie alle progressive riaperture dell’economie e un relativo incremento del prezzo per la debolezza del dollaro USA. Operativamente, l’esponente del team degli analisti ha evidenziato come un punto di ingresso per un’operatività di stampo long possa essere identificato a 67 dollari, lo stop loss a 60 dollari e l’obiettivo a 75 dollari al barile. Il Certificato scelto per questo tipo di operatività è il Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NLBNPIT12OW3 e leva finanziaria fissata al momento della trasmissione a 5,72. Il livello di convinzione di D’Ambra è di 4 stelle su 5. All’ultima chiusura del mercato SeDeX di Borsa Italiana, la strategia al momento risulta “non entrata”. Le altre carte scelte da Paolo D’Ambra sono altre quattro verdi sul cambio Forex EUR/USD, sull’oro, su NIO e sull’indice di Borsa FTSE Mib. Queste strategie si confrontano con quelle di Pietro Di Lorenzo della squadra dei trade, che ha scelto tre verdi su EUR/USD, su Banco BPM e su Saipem. Le strategie short riguardano invece Moncler e Atlantia.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 67 dollari con stop loss a 60 dollari e target a 75 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 55,0000 NLBNPIT12OW3 16/11/21

TURBO LONG 52,0000 NLBNPIT12OV5 16/11/21

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 65 dollari con stop loss a 67,50 dollari e target a 60,40 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 73,0000 NLBNPIT12P03 16/11/21

TURBO SHORT 76,0000 NLBNPIT12P11 16/11/21