Mentre salgono le attese per la riunione di giovedi della BCE, quella odierna è stata una seduta di forti vendite sui principali mercati azionari europei che hanno risentito sia dei timori legati alla ripresa dei contagi, i quali alimentano i dubbi sui piani di riapertura preparati dai vari Paesi, che dalla frenata registrata da Wall Street nonostante la notizia che il vaccino Johnson&Johnson sia «sicuro ed efficace».

In questo contesto il "focus" degli investitori rimane sempre rivolto al Covid19 ma anche alla stagione delle trimestrali statunitensi che al momento stanno battendo le attese degli analisti.

Sul mercato delle valute rimane sempre forte l'Euro che nei confronti del Dollaro si conferma oltre area 1.20 con prossimi target rialzisti sulla soglia degli 1.21

Giornata positiva per il Btp Futura, il bond destinato ai risparmiatori e con un ‘premio’ legato al tasso di crescita del Pil che serve a finanziare le misure per la ripresa economica post Covid-19 e la campagna di vaccinazioni. Il secondo giorno di offerta si è chiuso con richieste per 1,39 mld di euro, sulla base di 35 contratti. Complessivamente, tra primo e secondo giorno, le domande sono arrivate a 3,67 mld di euro.

L'analisi del FTSE Mib

Per il nostro indice principale (-2.44%) è stata la peggiore seduta degli ultimi 6 mesi con le quotazioni che si sono fermate in area 24089 punti sotto le vendite che hanno colpito l'intero settore bancario;

nel breve la perdita dei 24400 punti indebolisce il quadro grafico del FTSE Mib che solo con la tenuta dei 24 mila punti eviterebbe che la correzione possa proseguire in direzione dei prossimi supporti situati in area 23650-23700 punti.

In una giornata pesante si mettono in mostra AMPLIFON, che oltre i 35.50 euro potrebbe rimettere sotto pressione i suoi massimi, e ancora una volta UNIEURO che si mantiene sempre sui suoi massimi di sempre.

Vuoi abbonarti ai miei SEGNALI DI TRADING che nel 2020 hanno generato un guadagno del 170% e nel 2021 di un +40%? clicca qui