In attesa delle decisioni che verranno prese domani sera dalla Federal Reserve i mercati azionari del Vecchio Continente interrompono la loro striscia positiva chiudendo la seduta in terreno negativo.

A pesare sui listini continentali sono ancora i timori sulla stretta imposta dalle autorità cinese sui tre settori chiave come tecnologia, istruzione e immobiliare, ma anche la rinnovata preoccupazione per la carenza di chip, dopo che Intel (-3%) ha previsto che i problemi di produzione e forniture potrebbero andare avanti fino al 2023, zavorrando auto e smartphone.

In questo contesto non dobbiamo dimenticare sempre la diffusione del Covid19 in scia alla variante "Delta".

Sul mercato delle valute l'Euro cerca di recuperare terreno nei confronti del Dollaro passando di mano in area 1.183 anche se sarà solo con una conferma oltre la soglia degli 1.19 che si avrebbe un primo segnale di allentamento di quella pressione ribassista in atto fin dal mese di Giugno.

L'analisi del FTSE Mib

Dopo 5 giornate consecutive caratterizzate da acquisti si interrompe il recupero del nostro indice principale con i prezzi che chiudono comunque sopra la soglia dei 25mila punti;

nel breve sempre importante rimane la tenuta di questi livelli per far rimanere inalterate le chance di una continuazione degli acquisti in direzione dei 25300punti e a seguire verso i 25500 punti.

Tra i titoli da monitorare per la seduta di domani troviamo MONCLER con conferme oltre i 60 euro e PRYSMIAN con il supermento dei 30.40 euro.

Buon trading

Per abbonarti ai segnali di trading su Blue Chip, Mid Cap ed Etf, che nel 2020 hanno generato un guadagno del 170% e nel 2021 è superiore al 282%, invia subito un Sms/Whatsapp al +39 375 567 0835 digitando "Info Origlia" oppure chiama lo 02 400 42 139.

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato sulle mie attività, richiedi l'accesso al mio gruppo Telegram: http://bit.ly/2YvjIdj