E' una prima parte di seduta all'insegna degli acquisti sui principali mercati azionari del Vecchio Continente che, in attesa dei dati occupazionali USA, arrivano al giro di boa in generale guadagno, anche se distanti dai massimi intra, grazie non solo ai buoni dati macro provenienti dalla manifattura europea ma anche per le rinnovate rassicurazioni arrivate dalla FED per quanto riguarda la politica monetaria espansiva.

Sul mercato delle valute l'Euro arresta il recupero innescatosi nella seduta di ieri nei confronti del Dollaro passando di mano in area 1.205; nel breve da monitorare saranno sempre i forti supporti situati sulla soglia degi 1.20 che rimangono l'ultimo baluardo per evitare una nuova e più profonda fase correttiva.

Tra le Materie Prime ed in attesa della riunione dell'Opec+ il Crude Oil recupera la soglia dei 60$ anche se rimangono sempre alte le possibilità di un test sugli importanti supporti situati nei pressi dei 58$ al barile.

Per quanto riguarda il nostro indice principale i prezzi scambiano a metà seduta, dopo essersi spinti fin verso i 23350 punti, sotto la soglia dei 23200 punti;

nel breve importante per il FTSE Mib sarà in primis sempre la tenuta dei 23 mila punti, per evitare una prosecuzione dalle correzione, e a seguire una conferma oltre i 23250 punti per riprendere il trend rialzista generale in direzione dei 23400-23450 punti e a seguire verso i massimi di Febbraio in area 23650 punti.

Tra i titoli rimane in gran forma STELLANTIS che grazie ai buoni dati trimestrali potrebbe andare a ricoprire il gap down lasciato aperto nel mese di Gennaio in area 14.4 euro e BP MILANO che oltre i 2.22 euro avrebbe un nuovo target rialzista sui 2.30 euro

Buon trading

Vuoi abbonarti ai nostri SEGNALI DI TRADING che nel 2020 hanno generato un guadagno del 170%? clicca qui