Dopo una pioggia di buone notizie dagli Usa e una serie di trimestrali migliori della attese dall’una all’altra sponda dell’Oceano, i listini del Vecchio Continente chiudono la seduta in ordine sparso all'indomani della riunione della FED che lasciano immutata la sua politica monetaria ha posto l'accento su alcuni settori di Wall Street i cui prezzi sono un pò altini.

In questo contesto prevalgono le prese di profitto, soprattutto nel settore auto allarmato da Ford (-9,98%) che teme la crisi dei chip nei prossimi mesi.

Sul mercato valutario prosegue il recupero dell'Euro che sfrutta la debolezza del biglietto verde in scia alle prospettiva di un ampliamento del debito a stelle e strisce e dall’atteggiamento dovish della Fed.

A premere sull’acceleratore sono invece le materie prime, in particolare il Rame che in giornata si è riavvicinato ai suoi massimi storici, superando la soglia dei 10 mila $ a tonnellata per la prima volta da febbraio 2011 in scia all’aumento della domanda in Cina, che da sola catalizza metà della produzione globale di rame.

Sul Ftse Mib pesano le vendite su Tenaris -6,78% e Saipem -4,92%, ma anche quelle su Stellantis -3,81% e Amplifon -3,48%.

Tenaris ha chiuso il primo trimestre con un utile netto di 101 mln $ contro le perdite per 666 mln $ dello stesso periodo del 2020 e un utile per 110 milioni nel IV trimeste. L’Ebitda sarebbe invece sotto le attese degli analisti e questo è all’origine delle prese di profitto su un titolo salito molto quest’anno.

Nel settore delle oil service prosegue la correzione di Saipem, dopo i risultati di ieri che, per gli analisti di Intesa Sanpaolo sono stati negativi, ben oltre le attese. Ad aggravare il quadro hanno contribuito le notizie negative provenienti dal progetto in Mozambico.

Dal lato opposto troviamo gli acquisti su Stm +1,63% grazie ad un utile netto in crescita di quasi il 90% a 364 milioni di dollari. A dare una spinta alle azioni sono state le parole del ceo, Jean Marc Chery che, nella call con gli analisti, ha detto di attendersi una domanda sostenuta dall’industria degli smartphone, includendo anche Apple uno dei dieci principali clienti della società.

Buon trading

Per abbonarti ai segnali di trading su Blue Chip / Mid Cap / Etf che nel 2020 hanno generato un guadagno del 170% e nel 2021 del 50%, invia subito un Sms/Whatsapp al +39 375 567 0835 digitando "Info Origlia" oppure chiama lo 02 400 42 139.

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato sulle mie attività, richiedi l'accesso al mio gruppo Telegram: http://bit.ly/2YvjIdj