Non bastano gli acquisti sia sul settore oil&gas (grazie al rialzo del prezzo del Petrolio) che su quello "luxury" (in scia ai conti record di LVMH) a risollevare l’umore dei principali mercati azionari del Vecchio Continente che chiudono incerti una seduta ancora dominata dalla preoccupazione per l’andamento delle campagne vaccinali dopo la sospensione del vaccino J&J negli Usa. 

In questo contesto a poco sono valse le buone trimestrali giunte da JP Morgan, Goldman Sachs e Wells Fargo messe in un angolo dai prezzi alle esportazioni balzati oltre la soglia del 2%, tutto questo nella giornata del debutto di Coinbase, il gruppo che controlla la piattaforma di scambio di criptovalute più utilizzata al mondo.

Il titolo, la cui quotazione avviene tramite “direct listing”, è andato incontro ad un’apertura record: 360$ per azione a fronte di un prezzo di riferimento pari a 250$. L’euforia per la quotazione di Coinbase coinvolge anche il bitcoin, che in giornata ha nuovamente aggiornato il suo massimo storico oltre i 64800$

Sul mercato delle valute prosegue il recupero della nostra moneta unica europea che nei confronti del biglietto verde si porta oltre gli 1.196 e mette nel mirino le forti resistenze situate sulla soglia degli 1.20

L'analisi del FTSE Mib

Per il nostro indice principale è una chiusura in leggero territorio negativo con le quotazioni che si fermano sotto i 24600 punti; rispetto all'aggiornamento di ieri non cambia la view sul FTSE Mib che fin quando si confermerà sopra i 24400 punti manterrà inalterate le possibilità di allunghi in direzione dei massimi decennali situati sulla soglia dei 25mila punti.

Tra i titoli sotto osservazione per la seduta di domani troviamo DATALOGIC che con la tenuta dei 17 euro potrebbe riprendere il suo trend rialzista e TENARIS in caso di superamento dei 9.75 euro.