Fine settimana, senza nuovi fattori, e quindi rimane intatto un timido ottimismo generale. Nuovi record max INDICI USA, cedono in ASIA, misti in EU, con alcune prese profitto / riduzione di posizioni, aggiustamenti strategie, a fronte del fine settimana, come al solito. I fattori positivi restano intatti, dagli UTILI societari, migliori nel contesto, con rialzo delle aspettative. FOCUS sul post-covid, accelerazione delle vaccinazioni. Interventi e aiuti a sostegno dell’economia, investimenti infrastrutture e green, sostenibilità. Politica monetaria super ampia invariata, a durare ancora per mesi, allontanando il tapering, ovvero riduzione degli acquisti assets da parte delle banche centrali, con fondi a tasso “zero” ad affluire anche sui titoli. Elevati buyback, emissioni, in accelerazione, da corporate in cerca di accaparrarsi la liquidità prima del prossimo rialzo tassi (già in atto). E pure il fattore “TINA” there is no alternative. I DATI odierni hanno segnato un freno, rallentamento della ripresa, per CINA, del settore manifatturiero, a causa della mancanza di chip, e fattore che sta iniziando a pesare pure per la GER.

Il settore IMMOBILIARE prosegue in elevata tensione, con segnali di bolla in varie Nazioni, quali UK, SING, CINA, AUD, CANADA. I FALLIMENTI per il momento sono moderati, sotto le aspettative e timori dei Governi. In EU abbiamo avuto la conferma di gdp negativo ma con calo inferiore alle previsioni, e con FF contro tendenza, in leggero recupero. Inflazione in rialzo nel previsto da energia, disoccupazione in modesto calo ma con calo degli occupati, consumi privati in calo, e ripresa delle vendite al dettaglio dopo mesi di crollo. OGGI nuovi record max USA INDICI, e calo in ASIA dopo i dati Cina. meglio tabacco, farma, telefonia Eu, calo energia, petroliferi, industriali, tecno e banche. YIELDS ben sostenuti, SPREAD invariato. PETROLIO in calo dai max, COMMODITY stabili, METALLI mix con PALL nuovo record max. tetto ORO, ARG intatto, con elevate aspettative di mercato, come pure sul RAME. Sulle VALUTE ripresa dai minimi del DOLLARO, forza CHF, recupero YEN, e cede l’EURO. Sostenuti / stabili URSS, YUAN, ASIA, NORDICHE, ANGLO, TURK. Cede LATAM e rialza BRAS. Cede ZAR, migliora INDIA a scapito SING. CRIPTO stabili, leggero meglio. dai CHARTS restano convalidati i segnali di ripresa DOLLARO, correttivo per Pfizer, Moderna, INDICI, Oro, Petrolio, Euro.