Una grande rotazione in atto, dall’ampio oversold, eccesso di rialzo yields con sell-off bonds massiccio (-3.7pc da gennaio globale), da rialzo aspettative INFLAZIONE, è stato confermato dal forte rimbalzo avvenuto in questi ultimi 2 giorni. Questo ha frenato il rialzo INDICI, già sotto tono dagli aumentati timori per il VIRUS dilagante in EU, che ha causato ulteriori ampie chiusure attività, proprio prima-durante le festività pasquali. Contagi nel mondo che superano i 124mln, con varianti giornaliere, e ora la Merkel-GER, causa le proteste furiose, fa marcia indietro sul lockdown di Pasqua mentre BEL stringe. Timori INFLAZIONE eccessivi, come confermato dai vari dati Stati, e parole FED USA. ampie EMISSIONI statali, ASTE con domanda robusta e importi record, hanno fatto il resto. Altre fonti di timori restano il DEBITO, con CINA a 2.3trln “nascosti”, EMERGENTI, LATAM, a fronte di un rialzo dei costi finanziamento, rallentamento dell’economia, con maggiori timori sulla futura ripresa dal caos vaccini, varianti virus, efficacia degli stessi e velocità nelle vaccinazioni. Tensioni GEOPOLITICA in rialzo, confermate dal recente disappunto di URSS, CINA, a chiedere una riunione di urgenza ONU, a fronte delle SANZIONI messe da EU, dopo gli USA. e ora anche GER rischia sanzioni USA da NordStream2, incontro in corso. FOCUS su andamento relazioni UKR-EU, TURK-EU-USA, dove ci si prepara per il peggio, e si lavora sperando per il meglio. Quindi maggiore fattore RIFUGIO, o ricerca di QUALITA’, a dare maggiore sostegno a DOLL, YEN, CHF, NORDICHE, BONDS statali, PLAT e PALL.

Sul fronte TASSI manca ancora la BNS-CH, domani, che dovrebbe mantenere la sua politica monetaria e di interventi, invariata. Sul fronte dei DATI da notare il rialzo / recupero, del PMI manifatturiero e servizi globale, oltre attese. E le società in cerca di capitali, via aucap, emissioni, subiscono un forte peso sul loro titolo. La GER IFO riduce le sue previsioni di crescita, e rialza disoccupazione, per il 2021, come previsto/atteso, da fattore virus, e il Governo approva un budget con DEBITO +35pc. OGGI partenza in negativo per gli INDICI, con ASIA su min2 settimane, con Cina, HK le peggiori. Deboli in EU con industriali, banche, telefonia, meglio ciclici, recupero energia, meglio tecno. Blackrock spinge su Cina. YIELDS in calo marcato generale, SPREAD invariato. PETROLIO recupero dopo affondo, da sell-off posizioni long mercato, aumento stoccaggi Usa a sorpresa, poi balzo da chiusura Canale SUEZ. METALLI, COMMODITY stabili. VOLATILITA’ resta sostenuta. Sulle VALUTE rialzo per DOLLARO, YEN, affiancato a CHF, alimentato da rifugio/qualità. Stabile TURK, ASIA con INDIA meglio, calo LATAM con BRAS stabile. Stabili NORDICHE, URSS, EST-EU, cede YUAN, GBP post dato inflazione sotto previsto, e ANGLO da forza dollaro, con NZD che risente dal calo inflazione che riduce aspettative rialzo tassi, con crollo yields. CRIPTO nuovo Tweet ElonMusk, che accetta Bitcoin per acquisto Tesla, +2/6pc. Dai CHARTS il PETROLIO ha riconfermato oversold, e rimbalzo nella fascia, a proseguire. DOLLARO index rialzo conferma target primo, resistenza 92.60, con overbought e resistenza di breve, coincide con EURO/DOLL calo a 1.1820. INDICI in correttivo graduale, spazio presente per ancora qualcosa.