Nel caso in cui dovessero riuscire a superare un supporto dinamico che si è più volte dimostrato valido, le azioni Telecom Italia potrebbero mettere a segno nuovi guadagni. Vediamo come impostare una possibile strategia operativa con i Turbo Certificates di BNP Paribas.

Se le azioni Telecom Italia dovessero riuscire a superare la resistenza dinamica attualmente passante in quota 0,43 euro, potremmo assistere a nuovi guadagni.

Dopo il minimo fatto segnare a marzo 2020 a 0,2861 euro, le quotazioni del titolo TIT hanno iniziato una ripresa inserendosi in un canale laterale delimitato al rialzo dalla linea ottenuta unendo i top del 18 maggio e del 10 giugno ed al ribasso dal supporto generato dai lows messi a segno il 12 giugno e 31 luglio.

Dopo un ribasso che ha fatto aggiornare alle azioni Telecom Italia il minimo storico a 0,2852 euro, le azioni nella seconda metà di novembre sono state in grado di superare la media mobile a 200 periodi e, sostenute anche dalla linea unente i minimi del 10 e 31 luglio, lo scorso 11 marzo hanno superato il livello resistenziale già citato.

Bucato al ribasso lo scorso 6 maggio, questo livello, ormai diventato resistenziale, se oltrepassato potrebbe innescare nuovi guadagni (con la chiusura del recente gap).

Strategie operative su Telecom Italia

Visto quanto emerso dall'analisi, si potrebbero valutare strategie di natura rialzista da 0,43 euro, con stop loss a 0,4 e obiettivo principale a 0,45 euro. Il target finale sarebbe invece individuato a 0,455 euro.

Per questa strategia, si adatta particolarmente bene il certificato Turbo Unlimited Short di BNP Paribas con ISIN NLBNPIT11TN3 e leva 8,55.