Ci sarebbero molti argomenti da approfondire questa settimana, dal ritorno della volatilità alla “storica” decisione della tassa minima globale (chi mi legge da un po' avrà colto l’ironia), ma per ragioni di tempo (libero) questi post estivi saranno più stringati del solito ed andrò subito alla presentazione del prodotto della settimana, rimandando a settembre un’analisi più generale.

Ad ogni modo proseguo la mia ricerca verso prodotti che presentino un buon potenziale profitto e che allo stesso tempo presenti un profilo di rischio ben controllato. Avrete inoltre notato come ultimamente stia cercando continuamente la diversificazione, negli ultimi post ho sempre presentato certificate con sottostanti diversi sia in termini settoriali che di sottostanti.

Anche il prodotto seguente va in questa direzione:

  • Tipo: Express autocall
  • Cedola: 2% Trimestrale (8% annuo)
  • Barriera: 2,458€
  • Strike: 4,097€

Il sottostante è la maggiore compagnia di telecomunicazioni spagnola, che, a livello settoriale, benché i fasti di inizio 2000 siano lontani e non ripetibili, abbia comunque una buona prospettiva di crescita nei prossimi anni, soprattutto in vista dei futuri investimenti dell’EU.

Ma questo in sé non sarebbe sufficiente, vanno valutati sia i rendimenti potenziali sia dove è posta la barriera.

Per quanto riguarda il primo aspetto il certificate è acquistabile a 983,1€ quindi abbiamo un flusso cedolare annuo pari al 8,14% a cui vanno aggiunto 17€ in circa due anni e mezzo che porta il rendimento totale pari a 8,83%. Un buon rendimento quindi soprattutto se pensiamo di avere un unico sottostante. Ciò che manca è inquadrare dove sia posizionata la barriera in modo tale da valutarne la solidità e quindi la probabilità di percepire le cedole nel tempo ed infine il rimborso completo del capitale.

Possiamo vedere che proprio venerdì ha dato un primo segnale di inversione rialzista che vedremo se nei prossimi giorni verrà confermato. Quello che più conta è dove si trova la barriera. Già nel grafico precedente si nota come tale livello sia al di sotto dei minimi di Novembre, ma è il grafico seguente a darci una visione più globale della situazione:

Qui ho riportato tutta la storia di Telefonica (quindi il timeframe è mensile) e come vediamo la barriera è posta proprio sui minimi storici! Naturalmente tutto può succedere ma il livello di cui stiamo parlando è sicuramente importante.

Tengo infine a precisare che, come tutti i post di questo blog, questo non vuole essere assolutamente un invito all'acquisto, bensì un analisi indipendente fatta in questi giorni dal sottoscritto.