Da inizio marzo abbiamo iniziato ad operare con il nuovo settaggio del nostro trading system Shotrading Azioni Ftse MIB. Il nuovo settaggio è stato reso necessario dalla recente fase di drawn down ed è finalizzato a filtrare meglio i segnali in quelle fasi con volatilità non ottimale per il trading di breve-brevissimo. Stiamo vedendo i primi risultati in quanto, oltre ad aver fatto alcune buone operazioni in gain, stiamo evitando gli errori che abbiamo fatto recentemente con troppi "entra ed esci" su falsi break che ci avevano fatto "impantanare" in una fase con vari stop loss. Il sistema col nuovo "assetto" ha infatti evitato in questo mese di marzo un buon numero di falsi segnali su breakout.

La situazione su alcuni dei titoli Ftse MIB che stiamo seguendo:

TELECOM (TIT): su Telecom abbiamo fatto una buona operazione di acquisto comprando il 5 marzo in area 0,40. Abbiamo mantenuto in carico la posizione Long facendola correre fino all'attacco ad area 0,4750 del 18 marzo. Quel giorno aggiornavamo il nostro stop a difesa del guadagno (stop profit) in caso di break sotto 0,4580. Il giorno dopo, 19 marzo, le quotazioni di Telecom aprivano in gap down ("strappo ribassista") sotto il nostro livello di stop, incassavamo comunque un buon gain intorno al 12 %. Siamo rimasti fuori dalla successiva correzione che ha portato i prezzi fino al test di area 0,4250 (con un doppio test di possibile doppio minimo di brevissimo effettuato tra il 22 e il 24 marzo). Siamo rientrati in acquisto la mattina del 25 marzo al break di 0,4366 che avveniva subito dopo l'apertura. Le quotazioni sono risalite velocemente in area 0,46 €, in prossimità del massimo 18/03. Stiamo gestendo la posizione con stop progressivi in positivo.

LEONARDO (LDO): su LEONARDO ex Finmeccanica abbiamo fatto un'operazione veloce da "mordi e fuggi" al ribasso molto buona, vendendo allo scoperto il titolo (short selling) lo scorso 22 marzo in finale di seduta in area 7,43 €. Due giorni dopo, il 24 marzo, le quotazioni aprivano in pesantissimo gap down per effetto delle news di rinvio dell'ipo di Drs, con un paio di sospensioni momentanee di contrattazione toccando minimi ben oltre il -10% rispetto alla chiusura precedente. Chiudevamo in buon guadagno l'operazione intorno a 6,82 € durante il rimbalzo dopo la riammissione alle contrattazioni. Stiamo seguendo il titolo per un possibile imminente nuovo segnale (forse nella seduta di oggi, 31 marzo).

SAIPEM (SPM): siamo entrati al ribasso (Short) con vendita allo scoperto su SAIPEM il 18 marzo al break di quota 2,3820 €. Siamo rimasti dentro la discesa fino ai mini in area 2,25 €. A quel punto abbiamo concesso volatilità per un pull back di rimbalzo fissando stop a difesa dello short a quota 2,34 €. Abbiamo quindi chiuso lo short venerdì 26 marzo con un guadagno piccolo rispetto a quanto speravamo (1,7 %). Continuiamo a seguire il titolo perchè potremmo avere un nuovo segnale questa settimana.

STMICROELECTRONICS (STM): su STM abbiamo effettuato un "mordi e fuggi" al ribasso con vendita allo scoperto (short selling) il 2 marzo, operazione veloce chiusa in guadagno due giorni dopo, 4 marzo. Nella seduta dell'11 marzo siamo entrati in acquisto con mezza posizione in area 30,10 €. La mattina del 19 marzo le quotazioni aprivano in gap ribassista mandandoci in leggero stop loss (avevamo fissato stop a 29,77) per ripartire poi subito al rialzo. Ci ha "sporcato" l'operatività costringendoci a più "entra-esci":

  • lo stesso giorno siamo rientrati in buy, verso il finale di seduta, in area 30,7. Il 23 marzo in apertura avveniva un tentativo di attacco sopra area 32 € che però falliva con una respinta delle quotazioni. Stop prudente poco meglio che in pari che scattava giovedì 25 marzo;
  • di nuovo rientrati il giorno dopo, venerdì 26 sul break di 32,03 €. Per ora rimaniamo Long con stop loss impostato per concedere un po' di volatilità sopra i minimi della settimana scorsa.

Altri titoli sui quali attualmente abbiamo posizioni Long che stiamo gestendo con stop progressivi : MEDIOBANCA, INTESA SANPAOLO, BANCO BPM e TENARIS.

INDICATORE ShoTrading FIB

Il nostro Indicatore ShoTrading FIB (FIB Ftse MIB scadenza giugno 2021) ci ha dato un segnale di fase d'impulso di brevissimo e ciclo multiday al rialzo il 25 marzo al break up di quota 24015. Dettagli sugli aggiornamenti in Area Trading.