Accordo Usa Cina, si vede la luce in fondo al tunnel? Il Segretario del Tesoro Steven Mnuchin, riporta la CNBC, avrebbe detto che il negoziato e' in questa fase "costruttivo" mentre il vice Premier cinese Liu He avrebbe dichiarato ai giornalisti che i colloqui stanno andando "decicamente bene". In aggiunta a questo, prima della chiusura della borsa, Trump ha tweettato che i colloqui continueranno e che le tariffe imposte sulle merci cinesi dalla mezzanotte di ieri potrebbero essere rimosse. Trump ha aggiunto "il rapporto tra il Presidente Xi e me rimane molto forte e le conversazioni continueranno in futuro. Nel frattempo gli Usa hanno imposto tariffe sulla Cina che potrebbero essere rimosse o meno a seconda di come andranno le negoziazioni!". La borsa ha gradito i commenti e ha terminato in territorio positivo (Dow Jones +0,44%). La ripresa nel finale non ha impedito che Dow S&P500 e Nasdaq archiviassero la loro peggiore settimana da inizio anno. Molto male anche l'indice Sox dei semiconduttori che lascia sul terreno il 6% circa nell'ottava. Tralasciano per un attimo la cronaca e spostando l'attenzione sull'economia e' possibile affermare che la stagione delle trimestrali e' ormai conclusa (il 90% circa delle aziende dello S&P500 ha presentato i conti), circa i 3/4 delle societa' ha battuto le attese riguardo i profitti attesi. I profitti del primo trimestre sono saliti in media dell'1,6% dallo stesso periodo del 2018 a fronte di attese di un calo del 2,3%. Una nota stonata viene dal debutto di Uber, che ha perso il 2,8% dopo avere aperto sotto il prezzo dell'Ipo. Sul grafico del Dow intanto nelle ultime due sedute sul grafico a candele giornaliere sono comparsi due "martelli" (il primo, quello del 9 maggio, da manuale, il secondo un po' meno netto ma altrattanto significativo), elementi che segnalano la presenza di un forte supporto in prossimita' dei loro minimi (area 25470). La rottura del massimo di venerdi' a 26020 circa sarebbe un segnale di forza, almeno per il breve termine, degno di nota, che potrebbe anticipare un nuovo test della resistenza a 26500. Molto male invece una eventuale violazione dei 25450/70 punti.