Il Consiglio di Amministrazione di ACEA, presieduto da Michaela Castelli, ha approvato il progetto di Bilancio, il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2019 e il Bilancio di Sostenibilità – Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario.

• EBITDA 1.042 milioni di Euro (+12% rispetto al 2018)
• EBIT 518 milioni di Euro (+8% rispetto al 2018)
• Risultato netto del Gruppo 284 milioni di Euro (+5% rispetto al 2018)
• Investimenti 793 milioni di Euro (+26% rispetto al 2018)
• Indebitamento Finanziario Netto 3.063 milioni di Euro (2.568 milioni di Euro al 31 dicembre 2018) EBITDA in crescita (+12%) e in miglioramento rispetto alle guidance fornite nel corso del 2019

Risultato netto di Gruppo in aumento: +5% rispetto al 2018 Investimenti in forte crescita e principalmente focalizzati sui business regolati (+26%)

Il rapporto fra Posizione finanziaria netta ed EBITDA è inferiore a 3x, in miglioramento rispetto al target del Piano Industriale 2019-2022

Dividendo proposto Euro per azione 0,78 che corrisponde ad un aumento del 10% rispetto al 2018 (payout 58,6%, determinato sul risultato netto dopo le attribuzioni a terzi)

Guidance 2020: risultati attesi in ulteriore crescita
- Un aumento dell'EBITDA tra il 6% e l'8% rispetto al 2019, in linea con il CAGR del Piano Industriale 2019-2022;
- investimenti sostanzialmente in linea con il 2019 e con il Piano Industriale 2019- 2022;
- un indebitamento finanziario netto, a fine 2020, tra 3,45 miliardi e 3,55 miliardi di Euro.

"Anche per il 2019 il Gruppo ACEA chiude un esercizio di cui si può essere davvero soddisfatti" ha affermato al termine dei lavori del Consiglio, l'Amministratore Delegato del Gruppo Stefano Donnarumma. "Abbiamo, infatti, registrato risultati consolidati positivi e in ulteriore crescita rispetto ai 12 mesi precedenti, superando anche la migliore guidance comunicata al mercato". "Ottimi risultati – ha proseguito l'AD – raggiunti grazie alla concreta esecuzione di un piano ambizioso; consistenti investimenti, focus sulle infrastrutture regolate, significative operazioni di consolidamento, crescita per linee esterne. La capacità, dimostrata in campo, dal management e dal personale del nostro Gruppo, di valorizzare e rendere sempre più efficienti i nostri asset industriali". "La performance raggiunta nel 2019 si inserisce quindi a pieno titolo – ha sottolineato l'AD - in un percorso di crescita costante registrato negli ultimi tre anni, a partire dall'insediamento dell'attuale Consiglio di Amministrazione. Nel triennio sono stati raggiunti importanti traguardi sia finanziari, con i risultati migliori di sempre e la crescita costante della capitalizzazione, sia di business, caratterizzati dall'ampliamento del perimetro e del mix industriale sia per via organica che grazie ad acquisizioni nei settori gas, ambiente e fotovoltaico. La nostra crescita è stata inoltre sempre legata al raggiungimento di concreti obiettivi di sostenibilità e da un sempre crescente apprezzamento da parte dei nostri utenti". "Non è un caso, dunque – conclude Donnarumma – che il Gruppo ACEA sia riuscito ad anticipare di oltre un anno i target del Piano Industriale; grazie a questo abbrivio si dovrà quindi proseguire sulla rotta tracciata dal piano industriale 2019-2022, garantendo risultati ancora crescenti".

(RV - www.ftaonline.com)