Ancora in rialzo il settore Aerospazio e Difesa nel primo pomeriggio. L'indice globale STOXX Total Market Aerospace & Defense Price EUR segna un rialzo dell'1,35% mentre lo STOXX Europe Total Market Aerospace & Defense guadagna l'1,35 per cento.

*Airbus *segna un corposo +2,26%nonostante torni a far parlare di sé lo studio legale Schall Law Firm che ha avviato una class action contro la società per i suoi azionisti (tra il 24 febbraio 2016 e il 30 luglio 2020 incluso) accusando la compagnia aerea franco-tedesca di comunicazioni sociali false/fuorvianti in merito all'accordo da 3,6 miliardi di euro di risarcimenti a Francia, Germania e Regno Unito collegati a un caso di corruzione nelle forniture e consulenze.

Guadagnano anche Bae Systems (+1,98%) e *Thales *(+2,24%).

A Milano *Leonardo *perde invece lo 0,5% mentre *Avio *recupera il 2,84 per cento.

Se nel settore della Difesa si continuano a registrare commesse mentre Germania e Francia accelerano su programmi comuni e si registra una commessa da oltre 130 missili all'Egitto per la *MBDA *(75% di Airbus/Bae Systems e 25% di Leonardo), *in ambito civile *la situazione rimane critica e si lega alle incertezze sul turismo, gli spostamenti e la pandemia. L'associazione internazionale delle compagnie aeree *Iata *ha già dichiarato nei mesi scorsi di attendersi un ritorno ai livelli del 2019 soltanto nel 2023. Il suo ad Alexandre de Juniac ha però chiesto ieri degli aiuti concreti, ossia dei test anti-Covid rapidi (pochi minuti) da effettuare prima dei voli.

(GD - www.ftaonline.com)