Prezzi del petrolio in rialzo nei mercati internazionali. Il future sul *Brent *guadagna lo 0,968% sull'Ice e si porta a 62,99 dollari al barile mentre il derivato sul *WTI *passa di mano a 57,91 dollari con un vantaggio sul riferimento di 0,88 punti percentuali.

Ieri nell'outlook di breve termine l'EIA (Energy Information Administration degli Stati Uniti) ha previsto per quarto trimestre prezzi del Brent a 60 dollari nel quarto trimestre del 2019 e a 62 nel 2020. Per il WTI i prezzi dell'anno prossimo sono previsti a circa 5,50 dollari in meno del Brentl ossia a 56,40 dollari nel 2020 (nel 2019 l'attesa è a 56,31 $). Per il WTI americano si tratta di un taglio delle previsioni di agosto del 2,7% quest'anno e del 5% per il 2020 (-2,7% e -4,6% rispettivamente le revisioni di prezzo sul Brent).

A trascinare al rialzo le quotazioni di oggi contribuisce però in maniera decisiva la rilevazione di ieri sera dell'API delle scorte USA: il calo degli stock di 7,2 milioni di barili (più del doppio della flessione attesa dagli analisti) ha confermato la solidità della domanda Usa di greggio. Attesi oggi pomeriggio i dati sulle scorte USA dell'EIA.

(GD - www.ftaonline.com)