Prevalgono gli acquisti sui maggiori titoli di stato dell'Eurozona nel pomeriggio, fa eccezione però, l'Italia, che registra un rendimento del BTP decennale invariato al 2,69 per cento. Lo yield del Bund tedesco cede un punto base e si porta allo 0,00 per cento, lo *spread BTP/Bund *si pone dunque a 269 punti base. In calo di 3 pb il rendimento dell'Oat francese (0,37%) e quello del Bono spagnolo (1,12%).

Ieri Larry Kudlow, consigliere economico della Casa Bianca, ha affermato che per la prima volta la Cina ha ammesso che gli Stati Uniti hanno preoccupazioni legittime sui temi del furto di proprietà intellettuale industriale, del trasferimento forzoso di tecnologia e del cyber hacking. Si tratta probabilmente di un passo avanti importante in direzione di una conciliazione delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina.

In *Italia *il vicepremier Luigi Di Maio ha bollato come miti e leggende i retroscena sulla sostituzione del ministro dell'Economia *Giovanni Tria *con un leghista. Le indiscrezioni ipotizzavano un "sacrificio" pentastellato del dicastero in nome di una difesa della posizione chiave di Danilo Toninelli alle Infrastrutture, ma Di Maio ha ribadito la compattezza del governo. La posizione di Tria è da mesi difficile, visto che gli orientamenti dell'economista hanno creato spesso degli attriti con i due vicepremier, d'altronde come noto la Lega voleva per quel posto Paolo Savona (che poi ha lasciato il governo per la guida della Consob).
Nei momenti chiave della formazione dell'attuale governo però lo stesso Tria, come Enzo Moavero Milanesi, furono praticamente imposti dal Quirinale e quindi i due rivestono da allora una sorta di "garanzia" presidenziale difficile da scardinare.