Activision Blizzard ha comunicato martedì dopo la chiusura di Wall Street risultati relativi al secondo trimestre segnati da profitti netti in crescita da 328 milioni di dollari, pari a 43 centesimi per azione, a 580 milioni, e 75 centesimi. Su base rettificata l'eps è salito da 53 a 81 centesimi, a fronte di ricavi rimbalzati del 38% annuo a 1,93 miliardi di dollari. Il consensus di FactSet era invece per 69 centesimi e 1,70 miliardi rispettivamente. Nei tre mesi il produttore di videogiochi di Santa Monica ha registrato un progresso degli ordinativi netti (net bookings, metrica non-Gaap utilizzata dalle società del settore e che comprende vendite digitali e fisiche) da 1,21 a 2,08 miliardi di dollari, contro gli 1,69 miliardi stimati dagli analisti. Activision Blizzard dopo avere chiuso la seduta di martedì al Nasdaq in rialzo dell'1,96% ha segnato una performance altalenante in after market.

(RR - www.ftaonline.com)